Vediamo insieme quali sono le aliquote Tasi 2014 a Rimini, Sassari, Trento e Monza, eventuali detrazioni previste, casi di esenzione e altre informazioni utili.


L'aliquota Tasi 2014 a Rimini è stata stabilita dal comune al 3,3 per mille sulla prima casa, mentre le aliquote a Rimini per altre fattispecie imponibili sono fissate allo 0 per mille. Le detrazioni a Rimini sono pari a 130 euro per rendite catastali fino a 250 euro, a 110 euro per rendite tra i 250 e i 440 euro, a 50 euro per rendite tra i 400 e i 700 euro. Le detrazioni Tasi 2014 a Rimini sono inoltre previste per figli a partire dal terzo residenti nell'immobile e con massimo 26 anni di età, più altre detrazioni particolari per pensionati e invalidi (si rimanda per queste al sito del Comune).


L'aliquota Tasi 2014 a Sassari sulla prima casa è invece al 2 per mille, la delibera, come per il comune di Rimini, è giunta entro il 23 maggio e pertanto l'acconto Tasi anche a Sassari si paga entro il 16 giugno. Attenzione poiché è prevista l'esenzione dalla Tasi per famiglie con reddito ISEE non superiore a 6501 euro. Uno sguardo infine alle altre aliquote Tasi 2014 a Sassari: per fabbricati a uso strumentale la cifra è quella dell'1,5 per mille, per altri immobili quella dell'1,5 per mille.


Discorso diverso per le aliquote Tasi 2014 a Monza: il pagamento della tassa risulta prorogato in quanto non sono giunte le delibere per tempo, di conseguenza i cittadini pagheranno l'acconto a ottobre (a meno che il comune manchi di deliberare le aliquote anche a settembre, ipotesi alquanto improbabile). Ricordiamo che al di là della proroga per il pagamento della Tasi a Monza, il 16 giugno i cittadini dovranno comunque pagare la prima rata Imu.


Infine, le aliquote Tasi 2014 a Trento: il comune ha deciso un'aliquota all'1 per mille sulla prima casa e un'aliquota all'1,5 per mille per gli altri immobili. Le detrazioni Tasi a Trento sono pari a 50 euro per abitazioni principali e assimilati. Poiché le delibere sono giunte nei tempi previsti dalla legge, anche a Trento la prima rata della tassa sui servizi indivisibili andrà pagata dai cittadini entro il giorno 16 del mese in corso.