Oggi il calendario segna il 16 giugno e in tale data i contribuenti italiani sono chiamati a mantenere molteplici impegni fiscali. Il 16 giugno infatti delinea la scadenza di diverse tasse per i cittadini, quali l'Imu, l'Iva, l'Ires, l'Irap e le nuove arrivate Tari e #Tasi. Qui di seguito verrano fornite tutte le informazioni necessarie sui pagamenti dell'Imu, dell'Iva, dell'Ires, dell'Irap, della Tasi e della Tari.

Per quanto riguarda l'ultima tassa sulla casa, la Tasi, c'è molta confusione e non in tutta Italia la scadenza è fissata per il 16 giugno, bensì varia di Comune in Comune:

  • qualora il Comune abbia dato la delibera su detrazioni e aliquote prima del 23 maggio, la data di scadenza fiscale rimane il 16 giugno;
  • qualora il Comune non abbia dato la delibera su detrazioni e aliquote entro il 23 maggio, la data di scadenza fiscale è rinviata al 16 ottobre;

  • qualora il Comune non dia la delibera su detrazioni e aliquote entro il 10 settembre, la scadenza fiscale è segnata per il 16 dicembre e in tal caso l'aliquota applicata sarà la minima, l'1 per mille.

La Tari, la nuova tassazione sui rifiuti, deve essere pagata entro il 16 giugno 2014 in un'unica soluzione o anche in due rate semestrali se richiesto dal contribuente.

La Tari inoltre può essere pagata anche con il Modello F24, così come la Tasi e l'Imu, quest'ultima tassa scade anch'essa il 16 giugno. L'Imu è la tassa sugli immobili che deve essere pagata da tutti coloro che possiedono una seconda o una terza casa oppure altri immobili.

Altri adempimenti fiscali sono fissati per il 16 giugno 2014, riguardanti saldi e acconti, quali l'Iva annuale, l'Ires e gli addizionali, l'Irpef e gli addizionali, l'Irap, le imposte "sostitutive" e i contributi previdenziali per i commercianti e gli artigiani.