Martedì 16 dicembre scadranno i termini per effettuare i versamenti del saldo relativi alle imposte Imu e Tasi 2014. I contribuenti italiani, quindi, saranno tenuti a pagare quanto dovuto al fisco. Per fare questo è necessario conoscere, per quanto riguarda l'#imu, quali sono le aliquote da applicare stabilite dai comuni nei quali sono posizionati gli immobili di riferimento. Dato che in alcuni comuni il versamento dell'acconto Imu è avvenuto tenendo in considerazione le aliquote del 2013 è opportuno che i contribuenti verifichino se nel frattempo l'aliquota è cambiata. Per fare questo è sufficiente verificare il valore di riferimento sul sito del ministero dell'Economia ed eventualmente rifare i calcoli in caso di variazione della percentuale.

Ora vediamo quali sono i codici tributo da utilizzare per il versamento. Facciamo attenzione dato che le due imposte utilizzano codici differenti.

Per il pagamento dell'Imu è necessario conoscere i codici tributo relativi agli immobili: per l'abitazione principale il codice 3912, il 3914 per i terreni, le aree fabbricabili sono contraddistinte dal codice 3916, il 3918 per tutti gli altri fabbricati, il codice 3925 oppure 3930 per gli immobili ad uso produttivo.

Per il pagamento della Tasi, invece, dobbiamo utilizzare i seguenti codici tributo: il 3958 per l'abitazione principale con le relative pertinenze, il codice 3959 per i fabbricati rurali, per le aree fabbricabili il codice tributo 3960 ed, infine, il codice 3961 per tutti gli altri fabbricati.

Ė possibile effettuare il pagamento in due modi: con bollettino postale utilizzando anche i bollettini premarcati alle Poste oppure con il modello F24 da utilizzare per il pagamento in Posta, presso gli sportelli bancari o utilizzando le banche on line.

Da evidenziare che, se il pagamento dell'importo è superiore ai 1.000 euro, è necessario fare il versamento solo tramite via telematica. Un'ultima curiosità: il costo medio della #Tasi sarà di 156 euro annuali; considerando solamente le città capoluogo l'importo sale a 197 euro medi con valori che raggiungono 403 euro.