Come ogni anno si accendono le polemiche intorno al pagamento del Canone della Rai 2015, la cui scadenza è prevista per il 31 gennaio. Si tratta di una delle tasse più odiate dagli italiani, nonostante l'offerta televisiva della Rai, grazie all'arrivo del digitale terrestre, sia notevolmente cresciuta e migliorata. In questo articolo, forniremo alcune indicazioni per tutti coloro che si chiedono quali siano i requisiti per ottenere l'esenzione e discuteremo delle sanzioni previste per il ritardo o il mancato pagamento.

Canone Rai 2015, scadenza 31/01: quali sono i requisiti per l'esenzione?

Per quanto riguarda il Canone della Rai 2015, i requisiti per ottenere l'esenzione sono piuttosto limitati e riguardano soltanto specifiche categorie di cittadini.

Ecco quali sono:

  • i Militari delle Forze Armate Italiane: l'esenzione è prevista soltanto per alcuni "locali", come gli ospedali militari, le cosiddette case del soldato e le sale convegno; qualora, però, un militare possegga un televisore privato nel suo alloggio, anche se si trova all'interno di una struttura militare, deve pagare comunque il Canone Rai 2015
  • i Militari stranieri appartenenti alle Forze Nato presenti sul territorio italiano
  • Agenti diplomatici e afferenti a Consolati: soltanto se si trovano le medesime misure anche nei paesi che ospitano i nostri agenti
  • rivenditori e riparatori di apparecchi televisivi
  • soggetti di età pari o superiore ai 75 anni, secondo la normativa (il comma 132 dell'articolo 1 della legge n. 244 del 2007), tali soggetti possono avere accesso all'esenzione soltanto se hanno i seguenti requisiti: non trovarsi in convivenza con altri soggetti oltre al coniuge titolari di una qualsiasi forma di reddito, avere un reddito complessivo che, sommato a quello del coniuge, non superi la somma di 6.713,98 euro annui (cioè 13 mensilità di 516,46 euro)

Canone Rai 2015, scadenza 31/01: quali sono le sanzioni applicate per il ritardo o mancato pagamento?

Quali sono le sanzioni per il ritardo o il mancato pagamento del Canone Rai 2015? Ecco il prospetto:

  • se il ritardo nel pagamento è inferiore ai 30 giorni, si applica una sanzione di 4,47 euro pari a 1/12 dell'intero importo del canone dovuto per ogni semestre
  • se il ritardo nel pagamento è superiore ai 30 giorni, si applica una sanzione di 8,94 euro pari a 1/6 dell'intero importo del canone dovuto per ogni semestre
  • se il ritardo nel pagamento supera i sei mesi, si applicano oltre la sanzione anche gli interessi di mora nell'ordine dell'1% per ogni semestre in cui non si è pagato

Qualora, poi, il soggetto decida di non rinnovare, il S.

I migliori video del giorno

A. T. sarà incaricato di riscuotere l'intero importo con le relative sanzioni e interessi di mora in maniera bonaria. Se anche questa procedura non dovesse andare a buon fine, si passerà al recupero coattivo tramite cartella esattoriale. In quest'ultimo caso le sanzioni potrebbero arrivare anche a 600 euro, come ammonisce il sito della Rai.

È tutto con le informazioni sul Canone della tv 2015. Se volete ricevere informazioni riguardanti tasse e più in generale la materia economica, cliccate sul tasto "Segui" posto in alto al di sopra del titolo dell'articolo.