Ormai è partita la nuova Dichiarazione dei redditi con l'uscita del 730 precompilato. Che il 730 venga fatto con il precompilato on line o con il vecchio sistema cartaceo (per quest'anno è ancora possibile usare il vecchio metodo) le spese sanitarie sostenute dalle famiglie che possono essere "scaricate" dal reddito sono più o meno le stesse dello scorso anno. Ma tra franchigie, documenti da allegare e differenza tra detrazioni e deduzioni, cerchiamo di fare chiarezza.

Spese mediche, ossia le spese che possiamo detrarre dal reddito nella misura del 19% oltre la franchigia di 129,11. In pratica se un signore ha sostenuto 1.129,11 euro di spese mediche nell'anno 2014 potrà detrarre il 19% di 1.000 euro e cioè 190 euro.

In questa voce rientrano sempre gli scontrini della farmacia per l'acquisto di farmaci e per il pagamento del ticket sempre che sullo scontrino venga indicato il codice fiscale di chi acquista. Gli scontrini nella dichiarazione vanno inseriti per codice fiscale, quindi divisi tra i coniugi in caso di dichiarazione congiunta. Sono detraibili le spese per visite, spese dentistiche, oculistiche compreso l'acquisto si occhiali da vista ed in genere qualsiasi spesa derivante da prescrizione medica e dimostrabile. Non si possono portare in detrazione le spese per l'acquisto di parafarmaci e integratori vari anche prescritti, ma in questo caso la farmacia dovrebbe scontrinarli senza richiedere la tessera sanitaria. I dispositivi medici (per esempio la macchina per aerosol ) sono scaricabili a condizione che sullo scontrino ci sia il marchio CE di conformità, anche se in sua assenza è possibile portare copia della scatola da dove è possibile vedere se il dispositivo sia conforme.

I migliori video del giorno

Tra i dispositivi medici non è detraibile ad esempio la sedia a rotelle e qualsiasi altra spesa riferita a disabilità del contribuente o di un familiare a carico perché questa tipologia di spese rientrano nella condizione di deducibilità. In pratica queste ultime spese vanno sottratte dal reddito e non dalla tassa. La differenza tra deduzione e detrazione è molto importante quando si va a compilare la dichiarazione dei redditi soprattutto se la si vuole fare con il fai da te. Innanzi tutto per deduzione si intendono le spese che possono essere inserite e che vanno ad abbattere il montante reddituale su cui si calcola l'imposta da pagare. Per detrazioni invece si intendono le spese che vanno a scontare la tassa da pagare. Per esempio, se il signor Bianchi ha un reddito annuo lordo di 15.000 euro, l'acquisto di un veicolo disabili da 1.000 euro porterà il reddito su cui calcolare l'imposta a 14.000 euro per cui al posto di trovare l'imposta di 3.450(23% su 15.000) ne troverà una da 3.220 (23% su 14.000).Se invece del veicolo disabili invece avesse solo 1.000 euro di spese oculistiche oltre la franchigia di 129,11 euro il reddito imponibile su cui calcolare l'imposta rimarrebbe 15.000 euro ma l'Irpef sarebbe di 3.450 meno il 19% di 1.000 euro, cioè 190 euro.

In pratica l'imposta sarebbe di 3.260.