Per circa 20 milioni di contribuenti, dal 2015 c'è una novità importante: il #modello 730 precompilato che verrà inviato direttamente ai contribuenti online. Starà poi al singolo individuo scegliere se confermare o integrare il modello 730 con altre ricevute. Il progetto del governo è rendere completamente automatica la dichiarazione a partire dal 2016, includendo quindi il tutto già nella prima dichiarazione. Scadenza il 7 luglio 2015, se non ci saranno proroghe.

Come funziona?

Il procedimento non è molto complicato, dato che il singolo cittadino avente diritto al rimborso 730, riceverà automaticamente sul portale degli stipendi di ogni singolo ente il modello 730.

Ad esempio per i dipendenti della pubblica amministrazione si trova su 'noipa' sotto la voce '730', da lì quindi bisognerà scaricare e stampare il modello. Dopo, le strade da scegliere sono due: o portare il cartaceo ad un caf, oppure fare tutto da soli.

L'aggiunta delle ricevute

Per quanto riguarda il 2015 occorrerà aggiungere le ricevute delle prestazioni mediche, ed altre prestazioni non comprese nel precompilato, operazione che va fatta in un secondo momento, o dal caf oppure dal singolo cittadino. Una volta terminata questa fase, sarà l'intermediario stesso a dover consegnare all'agenzia delle entrate il tutto, dopo i dovuti controlli in caso di riscontro positivo, la pratica verrà accettata.

Quando scade?

La scadenza per il nuovo modello 730 precompilato è fissata per il 7 luglio 2015, ma probabili slittamenti non sono esclusi, l'anno scorso la scadenza era a giugno, quindi è stata posticipata.

I migliori video del giorno

Il consiglio è sempre quello di controllare periodicamente gli aggiornamenti direttamente sul sito dell'agenzia delle entrate, oppure rivolgersi ad un caf o un commercialista esperto.

Alcuni consigli utili

Il consiglio principale è muoversi in tempo, cioè non aspettare pochi giorni prima della scadenza, considerando anche il fatto che le ricevute delle prestazioni da allegare sono relative al 2014. Quindi bisogna cominciare già ora a orientarsi e decidere se affidare la pratica ad un caf, al commercialista o fare tutto da soli. Inoltre è buona regola tenere in ordine tutte le ricevute da allegare raggruppate in modo da non perdere tempo.