Manca ormai poco più di un mese alla scadenza della prima rata della Tasi 2015, la tassa sui servizi invisibili istituita con la legge di Stabilità del 2014, che a partire dal prossimo anno verrà definitivamente rimpiazzata con la tanto annunciata Local Tax che raggrupperà le tasse sulla casa Imu e Tasi. A quasi trenta giorni dal pagamento dell'acconto, sono però ancora tante le criticità da risolvere relative soprattutto al calcolo delle aliquote e all'invio del bollettino precompilato. Secondo la normativa vigente, infatti, i contribuenti possono farsi recapitare direttamente a casa l'importo già calcolato dal Comune di appartenenza; stando però a quanto riportato da alcuni organi di informazione, soltanto quelli più piccoli saranno in grado di spedire i moduli a domicilio, mentre nelle grandi città si pensa a un sistema per calcolare da sé le aliquote Tasi attraverso un software da implementare nei siti dei Comuni.

A quanto ammontano dunque le aliquote della Tasi?

In base a quanto sancito dalla Conferenza Stato-Città, gli enti locali avranno tempo fino al 30 luglio 2015 (e non più al 31 maggio) per approvare i bilanci preventivi. Ciò comporterà dunque anche uno slittamento della delibera sulle aliquote Tasi e concederà ai Comuni un lasso di tempo maggiore per stabilire i livelli di tassazione. L'acconto della prima rata dovrà quindi tener conto delle aliquote applicate per il versamento della Tasi 2014 e, se dopo il calcolo le cifre non dovessero corrispondere, verrà effettuato un conguaglio o un eventuale rimborso in occasione del pagamento della seconda rata.

Quando è fissata la scadenza delle rate Tasi 2015?

I contribuenti hanno tempo fino al 16 giugno per versare l'acconto Tasi 2015, con le aliquote previste per l'anno precedente.

I migliori video del giorno

La scadenza della seconda rata è invece fissata al 16 dicembre e conterrà il probabile conguaglio applicato in seguito al calcolo delle nuove aliquote Tasi, che dovranno essere pubblicate sul sito del Ministero dell'Economia e delle Finanze entro il 28 ottobre di quest'anno.