Si avvicina una nuova scadenza inevitabile per tutti i contribuenti italiani. Come lo scorso anno anche in questo 2015 si avvicina il giorno in cui bisognerà versare la #Tasi, il tributo per i servizi indivisibili offerti dai comuni. Per quanto riguarda questa prima trance di pagamento che ha la propria scadenza nel 16 giugno 2015 andremo a vedere nello specifico quelle di Roma Capitale, Milano, Torino, Bologna e i principali comuni italiani. Vedremo anche come eseguire il calcolo della TASI.

TASI: scadenze e codici tributo

Per quanto riguarda le scadenze per questo 2015 la data di versamento della TASI non subirà variazioni rispetto alle decisioni degli Enti locali ma coinciderà per tutti con quella dell'acconto #imu fissata per il prossimo martedì 16 giugno, giorno che risulta essere anche l'ultimo per il saldo delle imposte derivate dal Modello Unico.

Per questo 2015 l'acconto TASI sarà pari al 50% del totale e dovrà essere versato secondo le regole e le aliquote già disposte dagli Enti locali per l'anno 2014, nel caso gli stessi non abbiamo stabilito le nuove aliquote. L'altra scadenza fiscale, quella del saldo finale, è stata invece fissata per il prossimo 16 dicembre.

Per quanto riguarda il pagamento esso andrà effettuato tramite F24 anche se il comune è tenuto ad inviare a tutti i proprio cittadini residenti un bollettino pre-compilato contenente l'importo della tassa. In caso ciò non avvenga i codici tributo principali sono i seguenti:

  • Abitazione principale=3958
  • Fabbricati rurali=3959
  • Aree fabbricali=3960
  • Altri fabbricati=3961

TASI: aliquote e calcolo

In alcuni comuni italiani le abitazioni pagano solo o la TASI o l'IMU, si tratta di un elemento che potrete tranquillamente reperire sulle delibere comunali emanate dagli uffici del vostro Comune. Andiamo a vedere le nuove aliquote stabilite dai principali comuni italiani per il pagamento della TASI. Roma riconferma il valore del 2,5 per mille, stesso valore per Milano, invece, Torino stabilisce un aliquota del 3,3 per mille. Anche Bologna, secondo Confedilizia, ha portato il livello della TASI al massimo consentito: il 3,3 per mille.

Per effettuare il calcolo della TASI potrete usufruire di vari servizi offerti da portali specializzati in materia fiscale quali pmi.it, amministrazionicomunali.it e calcolotasi.it.