Il mese di giugno rappresenta per i contribuenti italiani il mese delle tasse, il 16 giugno scade, infatti,il termine per pagare #imu e #Tasi per il 2015 senza incorrere nelle sanzioni per ritardato versamento dell'imposta previste dalla normativa. Vi è quindi, in questi giorni, una corsa, o meglio una rincorsa, alla lettura delle delibere comunali per poter correttamente effettuare il calcolo di quanto si paga per imu e tasi nel proprio comune. Come al solito, anche per poter pagare le tasse, i contribuenti incontrano enormi difficoltà; sono ancora, infatti,pochi i comuni che hanno deliberato le aliquote per l'anno 2015, e sicuramente la situazione non sarà completamente definita per il giorno della scadenza del pagamento

L'unico argine al caos, al quale si è assistito nel precedente anno, è rappresentato dalla possibilità di effettuare il pagamento della prima rata di acconto di imu e tasi sulla base delle delibere stabilite dai comuni per l'anno 2014, successivamente, entro il 16 dicembre 2015, si provvederà in occasione del pagamento del saldo a conguagliare l'importo versato con la prima rata sulla base delle delibere approvante nel frattempo dai comuni (il termine previsto è quello del 31 luglio 2015).

Dopo aver visto in precedenza, come avviene il calcolo di imu e tasi per il 2015, andiamo a vedere quali sono le aliquote deliberate da alcune delle maggiori città italiane per quanto riguarda imu e tasi sulla prima abitazione:

Aliquote e detrazioni imu e tasi 2015 a Milano, Roma e Napoli

Imu e Tasi Milano

  • Imu dovuta per l'abitazione principale (solo categorie catastali A1-A8-A9) e le pertinenze: 6 per mille - detrazione euro 200,00
  • Tasi dovuta per l'abitazione principale (categorie catastali A2-A3-A4-A5-A6-A7) e pertinenze: 2,5 per mille - detrazione variabile in base alla rendita catastale dell'immobile
  • Tasi dovuta per l'abitazione principale di lusso (categorie catastali A1-A8-A9): 0,8 per mille

Imu e Tasi Roma

  • Imu dovuta per l'abitazione principale (solo categorie catastali A1-A8-A9) e le pertinenze: 5 per mille - detrazione euro 200,00
  • Tasi dovuta per l'abitazione principale (categorie catastali A2-A3-A4-A5-A6-A7) e pertinenze: 2,5 per mille - detrazione variabile in base alla rendita catastale dell'immobile
  • Tasi dovuta per l'abitazione principale di lusso (categorie catastali A1-A8-A9): 1 per mille

Imu e Tasi Napoli

  • Imu dovuta per l'abitazione principale (solo categorie catastali A1-A8-A9) e le pertinenze: 6 per mille - detrazione euro 200,00
  • Tasi dovuta per l'abitazione principale (categorie catastali A2-A3-A4-A5-A6-A7) e pertinenze: 3,3 per mille

Le aliquote dettagliate per tutte le tipologie di immobili e le relative detrazioni previste, possono essere consultate accedendo al sito del dipartimento delle finanze (finanze.it) e cliccando sulla sezione "fiscalità regionale e locale".

I migliori video del giorno

#mutuo casa