Come nel resto dei comuni italiani anche per Milano arriva il momento di presentarsi alla cassa. È stato già ribattezzato tax day il giorno in cui milioni di cittadini saranno chiamati a versare la Tasi e in moltissimi casi anche l'Imu. La scadenza, per pagare l'acconto fissata al 16 giugno 2015 ha già iniziato a tormentare i contribuenti italiani perché, come in molti ricorderanno, all'onere del pagamento si aggiunge anche quello del calcolo. Vediamo allora come fare per sapere quale importo pagare e quali sono i soggetti tenuti al pagamento.

Tasi 2015, chi paga entro la scadenza del 16 giugno?

Cominciamo subito col quesito più importante: chi paga la #Tasi 2015 a Milano? I soggetti destinatari della Tassa sui servizi indivisibili sono tutti i proprietari di immobili, sia essi che siano abitazioni principali o altri immobili.

Inoltre, nel comune di Milano sono chiamati a partecipare all'onere del pagamento anche gli inquilini in affitto nella misura del 10 per cento del totale dovuto per l'immobile in questione. La Tasi non si paga invece sulle unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie adibite ad abitazione principale, ai fabbricati destinati ad alloggi sociali, i fabbricati rurali strumentali e i fabbricati costruiti e destinati alla vendita.

Tasi, ecco come si calcola l'importo da pagare a Milano e modalità di pagamento

Chiarito ciò, affrontiamo l'altra annosa questione, ovvero quanto pagare. L'importo della Tasi 2015 non viene stampato su bollettino e spedito a casa del contribuente, ma è questi che deve da solo affrontare il calcolo per scoprire quanto è costretto a versare. L'operazione è in realtà piuttosto semplice ma presenta alcune insidie.

I migliori video del giorno

Occorre innanzitutto avere familiarità con i termini di rendita catastale, aliquote e coefficienti moltiplicatori, oltre al fatto che bisogna ricordarsi di computare per ciascun immobile, le relative pertinenze ove presenti. Detto ciò, per effettuare il calcolo dell'acconto Tasi 2015 a Milano è sufficiente seguire la seguente formula: (rendita catastale x 1,05 x coefficiente moltiplicatore x aliquota comunale)/2. Ricordiamo per i meno pratici che la rendita catastale è il valore assegnato all'immobile e che può essere appreso oltre che sugli atti di vendita e negli uffici del territorio anche online sul sito dell'Agenzia delle Entrate. Il coefficiente moltiplicatore invece varia in base all'uso dell'immobile: 160 per le civili abitazioni e pertinenze, 80 per uffici e banche, 55 per i negozi e 65 per gli immobili strumentali. Per quel che riguarda le aliquote Tasi 2015 a Milano queste ammontano a 2,5 per mille per le prime case, 8 per mille per gli altri immobili. Relativamente alle modalità di pagamento invece il pagamento della Tasi può essere adempiuto con bollettino postale o modello F24: in questo caso sarà necessario anche il relativo codice tributo: 3958 abitazioni principali e pertinenze e 3961 altri fabbricati.

Ricordiamo infine che è possibile pagare l'importo da versare in un'unica soluzione entro il 16 di giugno, sollevandosi così l'incombenza di ripetere l'operazione a dicembre.