Grande scalpore stanno facendo le dichiarazioni rilasciate dal Primo Ministro Matteo Renzi sul Canone Rai. Ci riferiamo alla video intervista rilasciata dal Presidente del Consiglio nella giornata di ieri 4 ottobre alla trasmissione 'In mezz'ora' condotta dalla giornalista Lucia Annunziata e andato in onda su Rai Tre. Il Premier ha dichiarato che a partire dal prossimo anno il Canone Rai verrà pagato in bolletta. In questa maniera il problema dell'evasione dovrebbe essere risolto, in quanto tutti coloro che sono titolari di un contratto con l'Enel dovranno pagarlo a rate e direttamente in bolletta. Matteo Renzi ha pure aggiunto che dall'anno prossimo vi sarà un leggero sconto sull'importo del canone che non sarà più di 113 euro come stato sino allo scorso anno ma bensì di 100 euro. 

Chicco Testa contrario al provvedimento sul Canone Rai

Le parole del Premier stanno facendo molto discutere in queste ore.

Al solito ci si divide tra chi è favorevole al provvedimento in questione, mettendo in evidenza la bontà del progetto di farlo pagare a rate in bolletta e con un piccolo sconto e chi invece pensa che questo sia l'ennesimo pasticcio dell'esecutivo in carica. Tra coloro che mostrano qualche perplessità vi è anche il Presidente di 'Assoelettrica' Chicco Testa, il quale afferma che il canone Rai in bolletta sarebbe un gran pasticcio. Testa infatti mette in evidenza che mischiare la bolletta della luce col Canone televisivo potrebbe portare un gran caos. Il consumatore entrerebbe in confusione in quanto non capirebbe più cosa sta pagando e quanto gli sta costando. 

L'idea di Renzi diverrà realtà?

Si tratta di un giudizio che il numero uno di 'Assoelettrica' aveva già espresso lo scorso anno quando si era parlato per la prima volta della questione.

I migliori video del giorno

Testa infine lancia una provocazione dicendo di far pagare a questo punto il Canone con il Gas o il telefono. Anche tra i semplici consumatori vi è più di qualche perplessità. C'è chi è favorevole alla novità ma anche chi pensa che questo porterà un ulteriore aggravio delle tasse.