Il decreto legge sulle novità in materia fiscale e per il finanziamento di alcune esigenze indifferibili è stato firmato dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Molte le novità che non mancheranno comunque di far discutere. La prima di queste è senza alcun dubbio la previsione dello scioglimento Equitalia a partire dal 1° luglio 2017. Al suo posto l’Agenzia  delle Entrate-Riscossione, sottoposto all’indirizzo del Ministero dell’economia e delle finanze, che sarà presieduto dallo stesso direttore dell’agenzia delle entrate.

Niente interessi e aumenti per pagamenti tardivi: previsti 2 miliardi dalla "rottamazione" delle cartelle

Sulle multe applicate alle cartelle, essendo delle sanzioni amministrative, si potranno non pagare gli interessi, compresi gli aumenti per i pagamenti tardivi.

Si prevede un’entrata di circa due miliardi di euro nel solo 2017 dalla cosiddetta rottamazione delle cartelle Equitalia. Nel triennio 2017-2019 si prevede una maggior entrata totale di 3.7 miliardi di euro derivante, oltre che dalla “rottamazione” delle cartelle, anche da un potenziamento della riscossione. Un aumento previsto del gettito, dunque, non indifferente.

La nuova Agenzia Entrate-riscossione potrà 'portare a casa' più soldi rispetto ad Equitalia?

Forse, non proprio il cambiamento che si aspettano le tantissime persone in difficoltà. Ed è proprio da questo dato che si può desumere che la nuova Agenzia ha l’obiettivo dichiarato di “portare a casa” più soldi rispetto ad Equitalia. Forse, non proprio il cambiamento che si aspettano le tantissime persone in difficoltà. In ultimo, da segnalare che nello stesso decreto legge si prevede di aumentare di 600 milioni di euro i fondi a disposizione nel 2016 dei centri d’accoglienza per immigrati irregolari.

I migliori video del giorno

Un’altra notizia che sicuramente non mancherà di scatenare polemiche e discussioni, considerando che sul tema molte forze politiche contestano già molto duramente gli alti costi sostenuti dal governo per l'immigrazione irregolare.