In arrivo rimborsi del bollo auto per tutti quegli automobilisti che negli anni passati hanno pagato la tassa usando il bancomat o la #Carta di credito. Dopo la multa di 3 milioni di euro inflitta dall’Antitrust all’#aci per aver fatto pagare costi aggiuntivi a chi ha effettuato il versamento attraverso carta di credito o bancomat, l’associazione dei consumatori Codacons auspica che sia restituito ai cittadini quanto versato in più.

La multa dell’Antitrust all’Aci per il bollo auto più caro

Nel corso dell’istruttoria condotta dall’Antitrust nei confronti dell’Automobile Club, avviata dopo una serie di segnalazioni, è stata contestata la violazione dell’articolo 62 del Codice del Consumo che vieta l’applicazione di sovrapprezzi in caso di utilizzo di strumenti di pagamento elettronici, carte di credito e bancomat, a prescindere dalla loro entità.

L’infrazione è stata rilevata a causa dell’applicazione di una commissione aggiuntiva, oltre a quella fissa di 1,87 euro per il servizio di riscossione, pari all’1,2 per cento dell’importo del bollo auto per i pagamenti effettuati con carta di credito attraverso il portale Bollonet. Anche per i pagamenti effettuati con bancomat presso le sedi dell’Aci è stata riscontrata l’applicazione di un prelievo supplementare di 0,20 euro.

In considerazione di questa pratica, vietata dal Codice del Consumo, l’Antitrust ha multato l’Automobile club per 2,8 milioni di euro cui si aggiunge una seconda multa di 200 mila euro dovuta alla frase riportata sul sito Bollonet e ritenuta ingannevole secondo la quale 'I soci ACI non pagano le commissioni!'.

L’Aci si è difesa affermando di aver applicato solo il costo vivo della transazione bancaria, ma la spiegazione non è stata ritenuta sufficiente.

I migliori video del giorno

I rimborsi del bollo auto richiesti dal Codacons

Sulla vicenda è intervenuto il Codacons, chiedendo immediati rimborsi sul #Bollo auto pagato con carta di credito o bancomat.

‘Gli automobilisti dovranno essere rimborsati per quanto pagato in più’ e non dovuto secondo quanto rilevato dall’Antitrust. Questa è stata da dichiarazione del presidente di Codacons, Carlo Rienzi, che ha anche auspicato che tali rimborsi siano immediati ed automatici, cioè senza che ci sia bisogno di fare richiesta, dal momento che l’Aci è in possesso dei dati delle carte di pagamento utilizzate sulle quali restituire quanto versato in più.