Si ritorna a parlare di #tasse e, nello specifico, del pagamento del #Bollo auto che in Italia suscita sempre numerose polemiche. L'imposta automobilistica italiana è stata spesso definita ingiusta dagli utenti del web: sui social network sono circolate notizie inerenti un'eventuale irregolarità del bollo auto, ed una presunta multa che l'Italia dovrebbe versare per aver imposto una tassa illecita.

Non tutti sanno, però, che la tassa di possesso per auto e moto si paga anche in Germania ed in altri paesi come Spagna e Francia. Di conseguenza, le notizie circolate in rete non sono veritiere. Di recente, la testata "Bergamopost" ha spiegato perché quest'imposta è assolutamente lecita.

Solo supposizioni e nulla di concreto

La notizia riguardante un'eventuale illegalità del bollo auto rimbalza spesso e volentieri tra vari siti web di dubbia attendibilità o - come sta accadendo di recente - attraverso post pubblicati da profili fasulli e diventati in poco tempo virali attraverso i social network. La motivazione su cui si basa la teoria del bollo auto illegale riguarda la presunta multa che l'Italia sarebbe costretta a versare all'Unione Europea per questa violazione. Di conseguenza, questa tassa automobilistica risulterebbe una forzatura da parte del #Governo, poiché le entrate derivanti dalla riscossione dell'imposta sarebbero superiori alla sanzione da pagare alla UE.

L'Italia paga una multa all'Unione Europea per il bollo?

Nulla di più falso. L'Italia non paga alcuna multa all'Unione Europea, in merito alla riscossione della tassa automobilistica.

I migliori video del giorno

Tra l'altro, il nostro non è l'unico paese dove è previsto il pagamento del bollo, che viene applicato anche in altri Stati della UE, ma con modalità ed importi differenti. Per quanto quest'imposta venga considerata ingiusta dalla maggior parte dei contribuenti, essa va comunque versata e, in caso di bollo auto non pagato, si potrebbe andare incontro a sanzioni e provvedimenti da parte dello Stato.

La tassa di possesso per le auto in Germania ed il pedaggio autostradale

A conferma di quanto sia fasulla la teoria che vede il pagamento del bollo auto illegale, è il fatto che anche in Germania, Francia e Spagna è previsto il pagamento di tale tassa. Nello specifico, in Germania si paga in base alla potenza e, soprattutto, alle emissioni del veicolo. A differenza dell'Italia però, nel Paese tedesco il versamento di quest'imposta comprende anche i pedaggi autostradali, e proprio per questo motivo è scoppiata una polemica, poiché questa peculiarità viene considerata discriminatoria per gli stranieri.

La differenza sostanziale tra gli altri paesi europei e l'Italia sta nel calcolo delle tariffe: nel nostro Paese è decisamente più cara e presenta un ulteriore aggravio per gli automobilisti che al pagamento del bollo devono aggiungere anche le spese sui pedaggi autostradali, che la Germania ha aggirato grazie allo sconto destinato ai soli cittadini tedeschi con auto immatricolata entro i propri confini, sulla tassa di circolazione. Questo sconto sulla "vignette" - così si chiama la tassa tedesca sui pedaggi autostradali - comprende l'intera detrazione sulla tariffa inerente la tassa di circolazione.

Bollo auto non pagato: cosa si rischia?

Non ottemperare al pagamento del bollo auto in Italia comporta, oltre all'aggiunta di interessi di mora, anche la successiva accensione di un'eventuale cartella esattoriale da parte dell'agenzia di riscossione per conto dello Stato. Anche se attualmente il governo ha deciso di tendere la mano a chi non ha pagato la tassa, attraverso il nuovo incentivo sulla rottamazione delle cartelle Equitalia, il pagamento della suddetta resta legale e va sempre ottemperato.