Sarà lanciato il 19 settembre prossimo Angry Birds Star Wars II, videogioco rompicapo per piattaforme mobili ideato dalla finlandese Rovio Mobile. Per chi non la conoscesse, la trama generale del gioco, lanciato nel 2009, è semplice: un gruppo di uccelli arrabbiati (appunto gli "Angry Birds") vogliono vendicarsi di maialini verdi (i "Piggies"), colpevoli di aver rubato loro le uova per cibarsi. Si armano così di fionda e si lanciano contro i loro nemici per eliminarli.

Pubblicità
Pubblicità

L'utente deve quindi lanciare gli uccelli tramite una fionda, allo scopo di eliminare tutti i maialini verdi, colpendoli direttamente o facendo crollare su di loro edifici di diverse dimensioni e materiali (legno, pietra e ghiaccio) che infliggono un differente danno. Tipi di uccelli e loro potere variano in base ai livelli.

Nel nuovo episodio della saga, per passare di livello bisogna combattere e distruggere la fortezza nemica.

Pubblicità

Le azioni di gioco si sviluppano negli episodi 1, 2 e 3 di Guerre Stellari. L'innovazione non sta tanto nel gioco, la cui grafica è simile ai precedenti, quanto nella scelta della piattaforma. Vi saranno delle figurine da collezionare e, installate su un dispositivo mobile, faranno "prendere" vita ai personaggi. Questo sistema è stato pensato da Rovio insieme all'azienda di giocattoli Hasbro.

Altri grandi gruppi stanno cercando di eliminare la frontiera tra giocattolo e videogioco, come nel caso di Disney, che produrrà, alla fine di agosto, "Infinity", con delle figurine tratte dai suoi cartoni animati.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Smartphone Videogiochi

Una scelta in comune con Rovio, dunque, che tenta di soddisfare i desideri dei collezionisti. La scelta di declinare per l'ennesima volta le avventure degli Angry Birds è motivata dal fatto che gli altri prodotti lanciati dall'azienda, primo fra tutti "Amazing Alex" (puzzle game con 100 livelli, protagonista un giovane dotato di una sconfinata immaginazione e di una casa piena di giocattoli), non hanno ottenuto la notorietà di questi "uccelli arrabbiati".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto