Google dedica il suo doodle di oggi a Rembrandt in occasione dei 407 anni dalla sua nascita. Il grande pittore e incisore olandese nacque, infatti, il 15 luglio 1606 a Leida e morì poi ad Amsterdam il 4 ottobre 1669. Come sempre, passando con il mouse sul Doodle Google leggiamo la didascalia esplicativa dell'omaggio "407° anniversario della nascita di Rembrandt van Rijn" mentre se ci clicchiamo sopra otteniamo i risultati della chiave di ricerca "Rembrandt van Rijn".

Chi era Rembrandt

Considerato uno tra gli artisti che meglio hanno rappresentato la storia olandese, Rembrandt (il cui nome completo è Rembrandt Harmenszoon van Rijn) e uno dei più grandi pittori della storia d'Europa.



Fin da giovane Rembrandt si dedica all'Arte in genere e, in particolare, alla pittura affermandosi ben presto come ritrattista, elemento che poi troviamo in tutte le sue opere. La sua attività è da collocarsi nell'età d'oro olandese e le sue opere sono profondamente collegate con la conoscenza di quel che era il contesto in cui le stesse si muovevano: i suoi quadri diventano così una summa del pensiero biblico come anche delle tematiche classiche. Grazie anche alla sua profonda comprensione della condizione umana, Rembrandt venne definito "uno dei grandi profeti della civiltà".



Tra le sue opere ricordiamo: Il Pittore nello Studio, Andromeda, Ratto di Ganimede, Sacrificio di Isacco, Danae, Il festino di Baltassar, La lezione di anatomia del dottor Deyman, Il ritorno del figliol prodigo, Ritratto di famiglia, Ratto di Proserpina, Ronda di Notte, La sposa ebrea (Isacco e Rebecca), Il rapimento d'Europa, considerata una delle opere più espressive della pittura barocca. Molti sono i suoi autoritratti.



I dipinti di Rembrandt sono conservati sono conservati nella sua casa ad Amsterdam, casa è che stata trasformata nel museo Rembrandthuis, come anche nei principali musei del mondo. Quattro sue opere saranno in mostra a Bologna dal 8 febbraio al 25 maggio 2014.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto