Brasile - Germania 1-7. Microsoft e Google l'avevano già pronosticato. Quello che è successo ieri rimarrà impresso nella mente di tanti tifosi di calcio per diversi anni. La Germania, durante la semifinale del campionato mondiale di calcio disputata a Bel Horizonte, ha surclassato il Brasile, padrone di casa, per 7 a 1.

Microsoft e Google però sapevano tutto e avevano già pronosticato la sconfitta della squadra sudamericana. Le previsioni delle partite del Campionato del Mondo di calcio vengono sviluppate utilizzando una sequenza di algoritmi che prendono in considerazione vari dati, come lo storico dei risultati delle partite di qualificazioni, il numero delle azioni di attacco, dei tiri e altro ancora.

Microsoft è risultato più attendibile di Google

Le previsioni di Microsoft sono risultate più attendibili di quelle effettuate da Google. Il sistema della società californiana aveva infatti sbagliato il pronostico della sfida tra Germania e Francia per i quarti di finale. Google aveva pronosticato la vittoria della squadra transalpina ed ha giustificato l'errore addebitando la colpa ai dati, favorevoli ai francesi.

Microsoft al contrario finora non ha sbagliato un risultato. Cortana, questo è il nome del software sviluppato da Microsoft per Windows phone a cui l'utente può chiedere l'esito di una delle partite future dei mondiali, è stato impeccabile indovinando tutti i risultati delle gare fin qui giocate.

La finale sarà Germania - Argentina

Secondo Microsoft e Google la finale della Coppa del Mondo non dovrebbe riservare sorprese.

Entrambi i software prevedono la finale tra Germania e Argentina.

A dire il vero, anche senza l'ausilio della tecnologia, qualche giornalista sportivo dopo le fasi ad eliminazione aveva sviluppato dei pronostici che si sono poi avverati. Stefano De Grandis negli studi di Sky aveva pronosticato esattamente il cammino della Germania prevedendo una finale contro l'Argentina.

I tifosi dell'Olanda possono, ovviamente, fare gli scongiuri del caso sperando nell'errore del giornalista e, soprattutto, di Microsoft e Google.

Segui la pagina Google
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!