Quest'autunno è proprio ghiotto di novità per gli amanti dell'Hi-tech. Dopo le varie uscite siglate Apple, Samsung, Lenovo e Amazon, anche il colosso dell'informatica con sede a Mountain View non vuole essere da meno e lancia un proprio Smartphone con schermo grande, sfidando così l'iPhone 6 Plus di Apple. Il quale ha suscitato tanto entusiasmo in giro per il mondo, certo, ma anche non poche polemiche. Specie per il fatto che si piega in tasca. Il nuovo dispositivo che irrompe sul mercato di Google si chiama Shamu. Vediamone le caratteristiche tecniche, il perchè di quel nome e quando dovrebbe uscire.

Ad anticipare questa ghiotta novità è il quotidiano prestigioso Wall Street Journal, dunque una fonte più che attendibile: Shamu potrebbe già essere presentato entro questo mese e sarà uno smartphone con lo schermo da 5,9 pollici, contro i 5,5 pollici dell'iPhone 6. Dunque già lo supererebbe quanto a dimensioni. Il display sarà ad alta risoluzione. Ancora, lo smartphone dovrebbe essere venduto col marchio Nexus e prodotto da Motorola Mobility, che Google ha venduto per quasi 3 miliardi al marchio cinese Lenovo (altro marchio che questo mese ha presentato alcune novità, come i nuovi tablet). Perché si chiama Shamu? Il nome è ispirato all'orca killer che ha vissuto per anni al SeaWorld di San Diego.

Per ora da Google non è arrivata nessuna informazione né commento.

Tecnicamente, più che uno smartphone, Shamu è un phablet; ossia una sorta di mini computer in grado di navigare in Internet, guardare video in modo piu' semplice rispetto ai normali smartphone. Se prima si riteneva che il loro target di consumo fosse di età avanzata (nel 2011 il mercato dei phablet era pari all'1% di quello degli smartphone), ora il mercato è in espansione e addirittura è salito al 24% rispetto agli smartphone (fonte Strategy Analytics).

Forse perchè, oltre ai meno giovani, cominciano ad interessarsi ad essi anche professionisti e smanettoni vari. Cosa che non a caso ha portato Apple ha produrre iPhone 6 Plus. Vediamo se Google saprà essere concorrente alla grande mela della tecnologia.