L'attesa è finita, il nuovo sistema operativo di casa Microsoft è in arrivo sui nostri PC, tablet e compagnia cantante. L'azienda attualmente guidata da Satya Nadella, infatti, è pronta a rilasciare l'ultima versione del sistema operativo più diffuso al mondo (si parla addirittura di oltre il 90% degli utenti utilizzatori di PC), dando la possibilità a questi ultimi di effettuare l’aggiornamento immediato tramite un'icona sulla barra delle applicazioni.


Ma è gratis o no? Questa è la domanda che assilla molti utenti che negli ultimi mesi ne hanno già prenotato l'upgrade. Nei mesi scorsi è stato precisato che il passaggio a Windows 10 sarà gratuito per chiunque abbia una copia «conforme» di Windows 7 e 8.1, non ovviamente per chi ha copie pirata installate illegalmente di qualunque versione precedente del software. La possibilità dell'upgrade gratuito durerà fino al 29 Luglio 2016.


Windows 10 esordirà in 190 Paesi, Italia compresa, il 29 luglio con un debutto graduale, a partire dagli "insider", 5 milioni di persone che hanno contribuito alla realizzazione della piattaforma testandolo in esclusiva. Arriverà però in 7 versioni (Home, Mobile, Pro, Enterprise, Education, Mobile Enterprise e IoT Core), con funzioni tagliate su misura di utenti e dispositivi. Concentrandoci sulla versione Home possiamo elencare alcune delle nuove features: l’assistente vocale Cortana, il browser Edge, che andrà a sostituire lo storico ma ormai snobbato Internet Explorer, la modalità Continuum per i tablet, Windows Hello che riconoscerà volto, iride e impronte digitali degli utilizzatori e un’app chiamata Phone Companion, che collegherà il computer anche ad iPhone e smartphone Android di Google, portando su quest'ultimi l’ecosistema Windows. 


Ma se utilizzo ancora XP o Vista? Non sono pochi, infatti, gli utenti che hanno ancora una vecchia versione del buon vecchio XP, per loro e per i possessori di copie pirata che vogliono convertirsi alla "legalità" non c'è altra soluzione che l'acquisto. I prezzi sono simili a quelli del debutto di Windows 8, Microsoft ha affermato che Windows 10 Home sarà disponibile a 119 dollari e la versione Pro a 199 dollari. Chi vorrà passare dalla versione Home a quella Pro dovrà pagare 99 dollari. 

Posso installare Windows 10? Non se avete un Commodore 64, a parte questa rara condizione i requisiti minimi per passare alla nuova piattaforma sono davvero alla portata di tutti. Per installare il sistema operativo su PC, notebook e tablet occorrono almeno un display da 8 pollici con risoluzione di 800×600 pixel, 1 o 2 GB di RAM (32 o 64 bit), 16 o 32 GB di storage (32 o 64 bit), scheda video DirectX 9.0 e, solo per i tablet, pulsanti di accensione e volume.

Segui la nostra pagina Facebook!