In occasione dell'ultimo evento del 29 settembre, Google ha colto l'occasione anche per rinnovare completamenteChromecast, affiancandolo ad unanuova periferica dedicata invece allo streaming musicale.Quest'ultima soluzionesarà certamente apprezzata dagli appassionati di musica perché si integra alla perfezione con applicazioni tipo Google Play Musico Spotify, che possono così interfacciarsi conqualsiasi impianto Hi-fi con audio migliore. Vediamo nel dettaglio cosa offre la gamma Chromecast.

Molte novità per Chromecast Video

La soluzione pertrasformare con poca spesa in Smart TV un qualsiasi televisore dotato di porta HDMI si rinnova completamente neldesign: ora ha l'aspetto di un disco colorato connesso ad un cavo che ospita unconnettore HDMI. Il design compatto rende più flessibile il device che può essere connesso sul retro di una TV anche se si ha poco spazio. Inoltre anche se il dispositivo dovesse rimanere in vista, l'aspetto simpatico e colorato, che ricorda alcune cuffie di tendenza, lo rende quasi un accessorio tecnologico di arredo.

Sul fronte delle prestazioni, c'è da segnalare soprattutto il supporto ora per la risoluzione Full HD e la compatibilità con le reti Wi-fi più veloci (802.11ac), per rendere più fluido lo streaming dei video in alta risoluzione. Di recente l'ecosistema di applicazioni compatibili con Chromecast (sia per Android che iOS) si era arricchita anche del supporto alla piattaforma di contenuti Mediaset Premium Play: ora tutti i contenuti potranno essere fruiti in alta definizione, rendendo concorrenziale questo dispositivo anche con soluzioni di HTPC (Home Theatre PC).

Per il nuovo Chromecast, Google ha completamente rinnovato l'interfaccia del dispositivo, ora più accattivante e moderna, ma soprattutto ha resopiù intuitivo laconnessione alla rete Wi-fi. Questo nuovo interessante gadget è già disponibile in Italia direttamente sullo store di Google a 39 Euro.

Chromecast Audio: l'uovo di colombo per gli appassionati di musica

La soluzione proposta da Google per lo streaming audio è piuttosto innovativa e al tempo stesso molto semplice da usare.

Il dispositivo si presenta come un disco circolare nero, a cui va collegato un cavetto RCA che lo connette all'ingresso audiodi un qualsiasi dispositivo di riproduzione, sia che si tratti di un impianto Hi-fi o di semplici altoparlanti remoti. Google Chromecast Audio si connette alla rete Wi-fi (anche questo con supporto alle reti 802.11ac) e consente di riprodurre lo streaming musicaleattivato da una qualsiasi delle applicazioni compatibili presenti sul vostro smartphone o tablet. Oltre al già citato supporto per Spotify e ovviamente per la piattaforma di streaming musicale di Google, l'ecosistema di applicazioni compatibili dovrebbe progressivamente estendersi in futuro (sia per Android che iOS), come del resto è avvenuto anche per la soluzione video.

Molto interessante è anche la possibilità (che verrà offerta in futuro con un aggiornamento software) di riprodurre contemporaneamente l'audio in più stanze diverse grazie alla funzione Multi Room che interconnette diversi dispositivi diversi. E' già in vendita a 39 Euro per l'Italia sullo store di Google.

Un mercato in espansione

L'integrazione audio e video del proprio smartphone o tablet con gli altri dispositivi della casa è in piena espansione.La prospettiva di avere, con poca spesa, una Smart TV in salotto senza acquistare un nuovo televisore rende molto desiderabile il Chromecast per un vasto pubblico di possibili acquirenti.

Il mercato si è arricchito di numerose soluzioni alternative, nel frattempo, che tendenzialmente hanno minori limitazioni nell'utilizzo, ma che non si integrano in maniera altrettanto efficiente con le emergenti piattaforme di streaming dei contenuti video a pagamento (tipo Netflix o Mediaset Premium Play). La soluzione Chromecast Music ha pochi concorrenti ed è innovativa per la sua facilità d'uso: l'unica alternativa altrettanto semplicesono le casse esterne Bluetooth.

Segui la pagina Android
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!