Il 22 ottobre arriva in Italia Netflix, il servizio di streaming online on demand che ha rivoluzionato le abitudini televisive degli americani e da qualche tempo è sbarcato anche nella maggior parte dei paesi europei: tra un paio di settimane, metterà un po' di pepe nell'offerta televisiva del Belpaese, sfidando frontalmente Sky. Ma quali sono i pacchetti disponibili, cosa occorre per poterlo attivare e cosa sarà possibile vedere? Facciamo un po' di chiarezza.

Tra pacchetti da 7,99 a 11, 99 euro

Prezzi competitivi per il lancio italiano, in linea con le tariffe già attive negli altri paesi del Vecchio Continente: si parte con un pacchetto base del costo di 7,99 euro al mese.

Chi deciderà di comprarlo, potrà guardare i contenuti in qualità standard, scegliendo tra uno solo dei dispositivi compatibili (tv box, console, tablet, smartphone, computer), mentre, per chi desidera accedere alle proposte in HD, è prevista una tariffa di 9, 99 euro al mese, pensata anche per una duplice fruizione: i dispositivi a scelta dai quali collegarsi al servizio potranno essere, infatti, due. Il pacchetto 'premium' costa, invece, 11, 99 euro epermetterà divisualizzare i contenuti in 4K accedendo da quattro dispositivi diversi a scelta. Ma che cosa occorre per poter approfittare a pieno del servizio? L'unico requisito è di una banda minima di 0,5 Mpbs. Il punto di forza di Netflix è un algoritmo 'magico' che permette l'adattamento immediato del servizio agli sbalzi di umore della Rete, scongiurando una visione sincopata e discontinua.

Che cosa vedere

Dal 2013 Netflix è diventato anche una casa di produzione: tra le sue creature serie divenute cult come 'Orange is the New Black' e 'House of Cards'. Il principio che sta alla base della politica del servizio è la libertà di fruire del prodotto nelle modalità che si desiderano: una volta che i contenuti sono pronti, questi vengono caricati sulla piattaforma e lo spettatore può decidere se guardare le puntate di una serie tv in palinsesto tutte insieme oppure dilazionarle.

Per il pubblico italiano, il primo appuntamento è quello con 'Marco Polo', il racconto lungo dieci puntate (ma è prevista una seconda serie) dei viaggi del celebre mercante veneziano e di suo padre, interpretati rispettivamente dal giovane e sempre più popolare Lorenzo Richelmy (visto in 'Sotto una buona stella' di Verdone e già nel cast di un'altra serie tv su base storica, 'I Borgia') e Pierfrancesco Favino.Gli sceneggiatori hanno destinato grande spazio anche alla vicenda amorosache lega il primo autore di cronache di viaggio, lasciato in ostaggio ai Khan, nel cuore dell'impero mongolo, a una bella compagnia di prigionia.