Ormai il gioco Pokemon Go si è diffuso a macchia d'olio. Il gioco è stato presentato meno di un mese fa, ma già sulla rete girano varie bufale che riguardano dei danni mortali causati dalla distrazione causata dal gioco. Ovviamente il tutto è per fare notizia ed aumentare i click sul sito: insomma, tutto fa business.

Le ultime bufale su Pokemon Go

Le notizie false o più comunemente ''fake'' sono inventate per screditare un qualcosa con la quale non si è d'accordo o più semplicemente per aumentare le visualizzazioni del sito.

Le notizie non veritiere che riguarda il nuovo gioco della Niantic sono aumentate a dismisura.

La prima bufala riguarda un incidente mortale a Roma. Dopo una falsa notizia di un incidente mortale in Massachusetts, si è diffusa nel web una versione italiana della strage. Secondo quanto riportato, un ragazzo di 22 anni mentre era alla guida di un'auto, avrebbe percorso un tratto di strada contromano per catturare uno di questi mostri.

L'auto si sarebbe ribaltata e successivamente avrebbe preso fuoco, ma in fondo alla pagina del sito in questione viene riportato che l'articolo è a puro scopo satirico. Intanto la notizia ha avuto 10 mila condivisioni.

Un'altra notizia, palesemente falsa, riguarda San Francisco. Secondo quanto riportato sull'autostrada americana sarebbe apparso un Mewtwo, un pokemon leggendario che con la sua comparsa avrebbe mandato in tilt il traffico cittadino.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Android

Questa è una bufala perché la Niantic riporta chiaramente che i pokemon leggendari non sono disponibili nel gioco attualmente.

Un'altra bufala che arriva sempre dagli Stati Uniti, riguarda un ragazzo di 21 anni che alla guida di un Suv avrebbe fatto un frontale con un autocarro mentre era alla ricerca dei pokemon. Purtroppo questo incidente è davvero successo, ma la causa della catastrofe non è dovuta all'app.

L'ultima notizia che stiamo per raccontare ha veramente dell'assurdo. A Venezia sarebbe stato rilasciato un pacco bomba controllato a distanza tramite bluetooth. Innanzitutto, era uno scherzo, di conseguenza non c'era nessuna bomba. Su quest'ultima news, però, c'è abbastanza confusione, in quanto anche sul sito del Corriere del Veneto c'è un po' di confusione.

Di seguito è riportato un breve video che mostra la cattura di qualche Pokemon in giro per la città:

Per restare aggiornato sulle ultime notizie clicca sul tasto ''Segui''.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto