Negli Stati Uniti hanno inventato un modo molto insolito per punire gli automobilisti che violano le regole di parcheggio e non vogliono spostare la macchina in un posto diverso. Compagnia Ideas That Stick propone di non bloccare le ruote, ma di appendere una "tenda" sul parabrezza.

In ogni paese, per combattere i parcheggiatori disubbidienti, vengono utilizzati metodi diversi. In alcuni paesi mettono una ricevuta sotto i tergicristalli, in altrimettono sulle ruote degli "stivali" di bloccaggio, che verranno rimossi solo dopo il pagamento della multa.

Questi metodi corrispondono ai due criteri: in primo luogo, devono essere facili da applicare per i vigili, in secondo luogodevono essere 'imbarazzanti' per gli automobilisti.

Il nuovo sistema è stato chiamato Barnacle. Questo è uno speciale pannello che si piega alcentro. Quisi trovano delle potenti ventose.

Il vigileper mezzo della pompa fisserà il pannello al vetro del veicolo che sta violando le norme delparcheggio. Il proprietario dell'auto dovrà pagare una multa utilizzando il suo cellulare, dopodichégli verrà inviato un codice di sblocco.

Quindi, inserendo il codice tramite i pulsanti sul pannello Barnacle, l'automobilista sarà in grado di sbarazzarsi della “tenda” di bloccaggio e iniziare a muoversi.

Senza un dispositivo speciale per rimuoverlo, la "tenda" non può essere eliminata, perché è in grado di sopportare centinaia di chili di trazione e ha un sistema GPS installato, che controlla la posizione dell’automobile. Quando si tenta di rimuoverlo o spostare la macchina in una posizione diversa, questo pannello risponde con un allarme fortissimo.

Cosa fare con il pannello scollegato? Al trasgressore si danno 24 ore per riportare il pannello di blocco alla posizione specificata. Successivamente, è necessario pagare una nuova multa.

Se diminuirà di automobilistiche hanno il vizio di non pagare i salatissimi parcheggi e se questo sarà un sistema pratico o meno, per ora è difficile dirlo. Per aggiornamenti cliccate Segui in alto a destra.

Segui la pagina Tecnologia
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!