Nokia ha dichiarato di aver presentato numerose denunce nei confronti di Apple, per aver violato numerosi brevetti di proprietà dell'azienda finlandese. Le accuse sono state depositate presso le Corti Regionali di Dusseldorf, Mannheim e Monaco in Germania e la Corte Distrettuale del Texas (Stati Uniti). I brevetti in questione sono circa 32, e coprono diverse tecnologie. Quasi contestualmente l'azienda di Cupertino è corsa al contrattacco denunciando Nokia presso la Corte Distrettuale della California. Secondo alcune voci all'interno della società, l'azienda di Cupertino afferma che Nokia ed altre otto società cercano di estorcere ad Apple somme di denaro maggiori rispetto al prezzo di mercato delle royalties per questa tipologia di brevetti.

Apple di nuovo in tribunale: scopriamo il perché

Nokia ha nel 2013 ha acquisito NSN( Nokia SIemens Network) e qualche anno dopo Alcatel, beneficiando così della proprietà intellettuale di circa 10.000 brevetti. La società finlandese ha investito qualcosa come 115 miliardi nello sviluppo di tecnologie che ora vengono utilizzate su i migliori dispositivi in commercio. Nel 2011 Apple decide di pagare le royalties per l'utilizzo di alcuni di questi brevetti, ma negli anni successivi ha rifiutato di pagare ulteriori licenze per altri brevetti. Questo ha provocato l'inevitabile risposta legale da parte di Nokia.

Ilkka Rahnasto, della divisione Patent Business di Nokia, ha dichiarato: "Attraverso il nostro costante investimento in ricerca e sviluppo, Nokia ha creato o contribuito a molte delle tecnologie fondamentali usate nei dispositivi mobile di oggi, inclusi i prodotti Apple.

Dopo diversi anni di trattative per tentare di raggiungere un accordo che copre l’uso di questi brevetti da parte di Apple, abbiamo deciso di prendere l’iniziativa per difendere i nostri diritti".

Dopo Samsung dunque anche Nokia è decisa a mandare davanti un giudice Tim Cook e la sua compagnia. Non è la prima volta che Apple è accusata di non rispettare regole su brevetti, ma stavolta come andrà a finire?

Segui la pagina Tecnologia
Segui
Segui la pagina Apple
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!