Sono ormai pronte al debutto, i nuovi gioielli tecnologici di casa Intel, annunciati il 30 maggio al Computex 2017 a Taipei. L'azienda leader del settore promette al suo pubblico processori abbinati a schede madri, naturalmente con chipset Intel per sostituire le schede attualmente in commercio. Assieme all'annuncio della sua nuova CPU i9 però vi si affianca anche un'incredibile notizia. Infatti Intel avrebbe in serbo per i suoi acquirenti anche due nuovi modelli di architettura, attualmente noti con i nomi in codice SkyLake X e Kaby Lake X.

Le specifiche dei due modelli

Partiamo con l'analizzare le caratteristiche tecniche dei due nuovi modelli Skylake X e Kaby Laxe X. Sono pensati per modelli Core i7-7740X e Core i5-7640X ed entrambi sono in possesso di architetture quad-core con memoria dual channel DDR4-2666. Le specifiche tecniche sono decisamente simili ai modelli Core i7-7700K e i5-7600K ma i nuovi modelli ci deliziano di una differenza dai precedenti modelli molto appetibile: non sono in possesso di GPU integrate e varia anche il TDP (Thermal Design Power) con una capacità di dissipazione capace di arrivare sui 112 Watt.

La ciliegina sulla torta però riguarda il modello Skylake X, difatti questo tipo di architettura avrà a bordo tutti i controller di memoria quad channel DDDR4-2666 ed un numero di core a partire da 6 fino a 18, numeri da record che riservano un posto alla multinazionale californiana tra i top-gamma 2017.

Intel e AMD: scontro fra colossi

Tuttavia ulteriori informazioni sono tutt'ora riservate, infatti non ci è noto il prezzo o informazioni aggiuntive circa le prestazioni e/o i benchmark, ma è piuttosto evidente che Intel abbia in progetto una strategia di contrattacco, atta a contrastare amd e le sue Ryzen.

Confrontando i vari modelli Intel è ormai chiaro che quest'ultima stia cambiando tattica, cerca di trovare un equilibrio tra numero di core e prestazioni ma AMD, come sempre, avrà dalla sua dei prezzi più bassi rispetto ad Intel, concedendosi così un buon vantaggio. Vedremo che impatto avrà questa scelta da parte di Intel nell'aumentare i core sui suoi utenti e sulle applicazioni che richiedono potenza di calcolo.

Che 18 core siano esagerati? O il progresso tecnologico farà si che anche questi non siano sprecati? Per altre novità bisognerà attendere i test di laboratorio che avranno luogo fra qualche settimana ed ulteriori dettagli saranno quindi riportati.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto