Aspettavo con ansia di poter usare il casco VR per un gioco del genere; un gioco che mi porta in una dimensione nuova fatta di estese praterie, villaggi, foreste montagne e quant’altro tutto in prima persona da vivere come se fossi li dentro. Questo è skyrim VR versione corretta apposta per la PS VR

Sviluppato dai maestri di Bethesda Game Studios, Skyrim VR è un enorme gioco a mondo aperto che ripropone l’indimenticabile capolavoro fantasy con un livello di profondità, coinvolgimento e immediatezza che solo la realtà virtuale può offrire.

Combatti antichi draghi, esplora aspre montagne e vivi liberamente moltissime altre avventure in Skyrim VR, che oltre al gioco base include anche tutti i DLC ufficiali: Dawnguard, Hearthfire e Dragonborn.

Il gioco uscito l’11 novembre 2011 per PS3 e X360 ha visto poi le verisioni per Pc e le console next gen fino ad arrivare per Nintendo Switch; Skyrim è il quinto capitolo della saga The Elder Scrolls, qualunque appassionato di videogames conosce tale saga leggendaria!

Il gioco inizia con la creazione del nostro personaggio (caratteristica che amo nei videogiochi) nel villaggio di Helgen, dove dopo una riuscita imboscata il generale Tullius si appresta a eseguire la decapitazione dei ribelli Manto della Tempesta (tra i quali il protagonista) e del loro capo Ulfric.

Arrivato il turno del protagonista, appena prima di essere decapitato un drago nero attacca Helgen, gettando nel caos il villaggio e nella confusione egli fugge, mentre il drago rade al suolo il posto.

La mappa è gigante, molto divertente da esplorare, così come per le fortezze, le caverne, ecc… insomma, ogni luogo qui è esplorabile. Le colonne sonore sono bellissime, credo che Skyrim resterà sempre nella storia dei videogiochi per le stupende OST che possiede.

Presenti alcuni vari bug nel gioco e nelle missioni e mi ha deluso anche il carattere dei personaggi sparsi nel mondo di Skyrim, solo la personalità di Cicero mi ha colpito e il modo in cui è stato doppiato, stessa opinione per alcuni principi daedrici. Inoltre lo stile di combattimento è stato messo a punto un po’ maluccio.

È un ottimo gioco tutto sommato, con tantissime missioni disponibili e molte sono anche a doppia scelta, un mondo aperto sviluppato con tanto amore da parte degli sviluppatori.

Mi è piaciuto molto il poter personalizzare la classe del protagonista, le sue scelte, il suo aspetto, le armi, le armature, le abilità, i draghi, le fazioni, i giganti e tanto altro. Rispetto ad Oblivion un piccolo passo indietro ma giocarlo su VR è fantastico. Meglio se avete anche il Move per via dell’uso delle armi.

VOTO 8.5

Segui la nostra pagina Facebook!