.Whatsapp è la piattaforma di messaggistica utilizzata da più di un milione di utenti. Tutti la conoscono e la utilizzano in maniera anche molto assidua grazie alle potenzialità che sono racchiuse all'interno dell'applicazione. Innumerevoli sono infatti le funzione che l'app dal pallino verde mette a disposizione ai suoi utenti. Attraverso una sola applicazione è possibile eseguire molteplici gesti senza utilizzare altre app secondarie.

L'app che ti spia

Le ultime voci che girano sul web ci parlano di una applicazione in grado di spiare la privacy degli utenti WhatsAppp. L'app in questione si chiama Catchwatch ed è di possibile utilizzo solo per utenti iOS. In che maniera tale applicazione è in grado di spiare? Sostanzialmente Catchwatch può rivelare quanto spesso un utente si collega su WhatsApp e può addirittura scoprire se due utenti hanno effettuato una conversazione tra di loro nell'arco di una giornata.

L'app è stata scovata da Lifehacker ed è stata 'vittima' di alcuni test durante gli ultimi mesi. Robert Heaton, sviluppatore di Catchwatch, era riuscito a dimostrare come attraverso l'applicazione fosse riuscito a trovare una serie di informazioni riservate.

L'applicazione utilizza i dati che ogni giorno il nostro Smartphone invia alla piattaforma di messaggistica, come ad esempio l'orario di ultimo accesso.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Whatsapp Smartphone

Catchwatch è presente su iOS ma per utilizzarlo gli utenti devono pagare. L'app fornirà al consumatori il primo e l'ultimo accesso di un utente durante la giornata ed un punteggio in grado di indicare la probabilità che due utenti si siano scambiati messaggi tra di loro durante la giornata.

Come proteggersi?

Sicuramente molti utenti su WhatsApp non saranno felici di scoprire dell'esistenza di un'app che potrebbe tenere sotto controllo alcune dello loro azioni.

Il metodo per proteggersi dagli impiccioni è però molto semplice: basta recarsi su impostazioni, selezionare la voce 'privacy' e togliere l'ultimo accesso per tutti. Insomma i metodi per violare la privacy e per aggirare l'applicazione si sono dimostrati molteplici durante il corso degli anni, ma siamo sicuri che la piattaforma troverà comunque un metodo per contrastare questa problematica venutasi a creare.

Nel mentre la piattaforma sta per rilasciare alcuni nuovi aggiornamenti tra cui la possibilità di poter riascoltare le registrazioni vocali e l'inserimento di alcune nuove GIF.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto