Una notizia che mette i brividi, ma che sembrerebbe messa in atto da qualche mese dalla società Fca di Melfi, che vanta il diritto di utilizzare la tecnologia per far nascere un mondo di futuri dipendenti robot. Di cosa stiamo parlando lo spieghiamo partendo da fine novembre dello scorso anno, quando si è paventata la notizia su numerosi quotidiani, che il fantomatico esoscheletro, strumento creato dagli scienziati per donare a chi infermo la capacità di tornare a muoversi, sarebbe stato utilizzato in via sperimentale sui dipendenti della nota fabbrica automobilistica statunitense Ford.

Ma perché questo strumento, creato per la disabilità, sarebbe oggi sperimentato e in uso da queste due società automobilistiche? Vediamo.

Futuri robot umani con esoscheletro in Fca

Come dicevamo, già da novembre questa futuristica tecnologia robotica ha avuto l'esordio sperimentale presso due fabbriche automobilistiche statunitensi della Ford, dovuta a una collaborazione con la Ekso Bionics che le ha messe in campo per essere testate sui lavoratori. Il debutto ha avuto non pochi elogi da parte degli stessi dipendenti della fabbrica che hanno vestito l'esoscheletro, non solo perché ritenuto utile in quanto strumento per alleggerire i carichi di lavoro esercitati sull'intera struttura scheletrico-muscolare, ma perché molti di essi si sono visti il privilegio di indossare la futuristica armatura del mitico eroe dei fumetti Iron Man.

In seguito all'esordio dei primi esperimenti portati a termine dalla Ford, anche la Fca di Melfi annuncia ai media italiani l'utilizzo sperimentale di questa mitica armatura tecnologica. Ma quali sono i consensi e i risvolti che hanno creato in fabbrica questa decisione?

Fca ed esoscheletro, accordo dipendenti sindacati

L'utilizzo dell'esoscheletro indossato dai dipendenti della società automobilistica Fca, amministrata da Sergio Marchionne, ha creato numerosi consensi ma anche il dissapore di sindacati.

Perché i consensi e perché i dissapori? Il consenso per l'esoscheletro sul posto di lavoro viene in primis dagli stessi dipendenti Fca, che indossando la mitica 'armatura' si sono visti alleggeriti di un carico strutturale e in dono una capacità energetico-muscolare definita fantascientifica. Non della stessa idea l'Unione Sindacale di Base, che vede questo esoscheletro come uno "strumento fuorviante e innaturale", mettendosi contro altre categorie sindacali più permissive e a favore della super 'divisa'.

Di contro abbiamo Roberto D'Andrea della Fiom, perché afferma che l'azienda doveva decidere sull'esperimento insieme ai lavoratori. A favore, il sindacalista della Uilm, Marco Lorio, che lo vede uno strumento utilissimo per agevolare il carico di lavoro dei dipendenti. C'è da scommettere che molte aziende si doteranno in futuro di questa tecnologia, con il pieno consenso dei dipendenti robot. Che ne dite?