Da tempo si paventava la necessità di un decreto legge obbligatorio indirizzato alla protezione dei bambini, troppo spesso lasciati in auto causa lo stress della quotidianità di uno dei genitori affidatari. La motivazione che ha incentivato l'intervento del Governo con il provvedimento sui sensori salvavita da installare nei seggiolini per le auto, è stato in questi ultimi anni il numero dei bambini morti, abbandonati per ore e soffocati dalle roventi temperature generatesi nell'abitacolo.

Pubblicità
Pubblicità

Questo tipo di incidenti, è stato constatato e denunciato anni fa negli Stati Uniti, provoca la morte per ipertermia (il classico colpo di calore), di circa 40 bambini l'anno.

Troppe morti sui seggiolini delle auto

Con il progredire della tecnologia e delle abitudini quotidiane, il mondo sembra esigere sempre più il massimo impegno, ma soprattutto quelle energie di cui si è provvisti per far fronte allo stress di un'intera giornata. Sarebbe proprio questa una delle principali cause che manda in tilt una parte del sistema nervoso centrale, obbligando la persona a credere di aver assolto un compito o a dimenticarlo.

Pubblicità

Il numero di queste piccole vittime uccise dal caldo torrido sul seggiolino porta bambini delle auto, sono tante e di queste ricordiamo, risalendo al 2011, Jacopo di 11 mesi (Perugia); Elena di 22 (Teramo); nel 2013 Luca di 2 anni (Piacenza); il 2015 porta via Gioia di 17 mesi (Vicenza); il 2016 una bimba di 18 mesi (Firenze); 2017, stessa età (Arezzo), e in ultima, nel maggio scorso a Pisa, Giorgia (1 anno), dimenticata da un genitore nella propria auto.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pubblica Amministrazione Salute

DDL obbligatorio: sui seggiolini sensori salvavita

Forse arriverà il tanto atteso provvedimento a tutela di tutti quei bambini al di sotto dei 4 anni, che involontariamente, dai genitori, sono sempre più spesso abbandonati nei seggiolini per le auto. Il Ddl della commissione ai lavori pubblici del Senato, approderà in aula la prossima settimana e prevede che a bordo dei veicoli nella quale è contemplato il trasporto di un bambino, siano installati i seggiolini anti abbandono provvisti di sensori salvavita.

Se la legge avrà l'ok del Senato, questo strumento sarà obbligatorio e dovranno essere le stesse aziende produttrici a dotare i seggiolini di un dispositivo luminoso e acustico, che grazie al peso del bebè si attiverà. In commercio sarebbero già presenti alcuni sensori collegabili via bluetooth allo Smartphone del guidatore, strumento che lontano dal raggio d'azione contatterà il genitore, avvisandolo del pericolo o collegandosi ai numeri di emergenza inseriti in memoria e attivando la geolocalizzazione .

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto