Un nuovo, gravissimo scandalo si è scatenato negli ultimi giorni nel mondo dell'informatica. Anche questa volta si tratta di un problema legato alla riservatezza dei dati: Alexa, lo smart-speaker progettato e prodotto da Amazon, ha registrato delle conversazioni private degli utenti. Ora, dopo Facebook, è il colosso dell'e-commerce ad essere nel mirino dei garanti della privacy.

Una dinamica poco chiara

La dinamica dell'accaduto non risulta ancora del tutto chiarita.

Si è trattato infatti di un caso isolato successo negli Stati Uniti: esso ha scatenato preventivamente un allarme globale. Una coppia dell'Oregon è stata avvertita da un collega del fatto che gli fosse arrivato un messaggio contenete una conversazione privata dei due. Da lì è nato il sospetto che Amazon Alexa possa registrare le conversazioni private degli utenti.

Cos'è Alexa e come funziona

Alexa è un sistema avanzatissimo che si connette alla rete domotica casalinga e che, tramite un altoparlante denominato "Smart Echo", è in grado di ricevere ordini dall'utente e di eseguire alcune azioni più o meno elementari, dall'accendere le luci di casa all'alzare o abbassare le tapparelle.

Gli smart-speaker di Alexa sono fisicamente degli altoparlanti circolari dotati di casse e numerosi microfoni che permettono la diffusione del suono in maniera omogenea e intelligente all'interno della stanza in cui sono posti. Essi però sono dispositivi indipendenti da computer o smartphone: sono dotati di un loro processore, più o meno potente, in grado di elaborare le richieste degli utenti e di eseguire determinate azioni.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera Curiosità

Per fare ciò hanno quindi anche bisogno di una scheda di rete che permette la connessione ad Internet, perché generalmente l'algoritmo dell'assistente virtuale è memorizzato sul Cloud e su una memoria di massa che memorizza le preferenze degli utenti, gli schema di collegamento con gli altri apparecchi domestici ed altre eventuali informazioni. Amazon Alexa però non è l'unico smart-speaker presente sul mercato; è però uno dei più avanzati, se non il più avanzato, insieme a Google Home e ad Apple HomePod.

Fin dal momento dell'apparizione sul mercato di tali dispositivi, il pubblico si era mostrato diviso a riguardo, dagli entusiasti tecnofili a quelli più scettici che con lo scandalo odierno hanno avuto un punto a loro favore. Ora si attendono la risposta dell'azienda e i provvedimenti che verranno presi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto