E' un'emergenza che almeno apparentemente sembra non riuscire a trovare fine quella del Coronavirus in Italia e nel mondo. Considerata una curva epidemiologica che stenta a scendere, il Governo sta allora pensando di servirsi della tecnologia per combattere la battaglia più grande, quella della lotta alla propagazione del contagio. Il Ministero per l'Innovazione tecnologica e la digitalizzazione - nella persona del Ministro Paola Pisano - insieme a quello della Salute, all'Iss e all'Oms, ha dunque lanciato un appello, una call rivolta agli universi dell'impresa e della ricerca per mettere a punto delle app che consentano di seguire in "teleassistenza" pazienti affetti da patologie connesse al Covid-19 e per selezionare "tecnologie e soluzioni per il tracciamento continuo, l'alerting e il controllo tempestivo del livello di esposizione al rischio delle persone".

Coronavirus: alla ricerca di esperti per costruire l'app contro il Covid-19

Paola Pisano ha spiegato che l'ideale sarebbe quello di individuare nei prossimi tre giorni le migliori soluzioni per riuscire a mettere in piedi un app di telemedicina e strumenti di analisi dati. Per fronteggiare il Coronavirus, quindi, si vorrebbe seguire il modello della Corea del Sud, che è stato poi adottato anche da Israele. L'unico svantaggio reale e immediatamente riscontrabile è che l'app dovrebbe essere installata da tutti i cittadini e che le informazioni andrebbero incrociate con quelle delle telecamere di sorveglianza mettendo in piedi un vero e proprio sistema di controllo globale anche se a fini sanitari.

Con ciò entra dunque in gioco la delicata questione della privacy.

Coronavirus, come funziona l'app della Corea del Sud

L'app della Corea del Sud, denominata 'Corona 100m', inoltra dei messaggi ai cittadini sul tipo di comportamento da tenere contro il coronavirus: il sistema tiene in particolare traccia di tutti i movimenti degli utenti in modo tale da riuscire a verificare in quali luoghi si siano recate le persone contagiate e con chi hanno avuto a che fare.

In tanti ritengono che questa possa essere una soluzione di successo per cercare di rallentare la diffusione del Covid-19.

L'Italia attende delle proposte: l'obiettivo è rallentare il Coronavirus

Una soluzione che, come già detto, piace molto anche al Governo di Giuseppe Conte, che starebbe pensando di metterla in pratica.

Il problema del nostro Paese è che un'app del genere ancora non esiste e che bisogna partire da zero. Le imprese sono comunque avvisate: come obiettivo il governo si è dato quello di selezionare, nei prossimi tre giorni, "le migliori" offerte.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Smartphone
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!