Come ogni anno, arrivano anche gli Emmy Awards: gli Oscar della televisione assegnati a Los Angeles. Grande successo, anche un po' atteso, per Breaking Bad, mentre per la serie comedy, premiata Modern Family. Per quanto riguarda i voti ai big del cinema, i vincitori sono stati Michael Douglas e Jeff Daniels.

Pubblicità
Pubblicità

Breaking Bad si è aggiudicata, quindi, il premio come migliore serie drammatica agli Emmy Awards 2013. La serie statunitense, ideata da Vince Gilligan e trasmessa dall'emittente AMC (in Italia AXN e, in chiaro, su Rai4), narra le avventure di un "mite" professore di chimica di una scuola superiore del Nuovo Messico, che "si reinventa" spacciatore, grazie alle sue conoscenze in materia.

Perché Breaking Bad? Breaking Bad sembra associarsi alla già lunga lista di serie Tv a sfondo criminale, ma in realtà aggiunge quel qualcosa in più: diventa il ponte tra il business delle perverse logiche criminali e quelle ancora più complesse della morale, il tutto giocato sullo sfondo di una malattia che fa sempre più paura, il cancro, e sulla drammaticità della crisi, presente in tutte le realtà sociali.

E poi ci sono i personaggi: caratterizzati in modo impeccabile da Gilligan, i protagonisti di Breaking Bad offrono una rosa di personalità complesse e in continua evoluzione, che fanno crescere la suspense fino alla quinta e ultima serie, celebrata con gli Emmy Awards, appunto.

Il riconoscimento per la serie comedy, invece, è andato a Modern Family, trasmessa da ABC negli States e in Italia da Fox (in chiaro su Cielo). Modern Family racconta con spiccata ironia l'evoluzione della famiglia del ventunesimo secolo ed in modo efficacissimo: è, infatti, al suo quarto Emmy consecutivo.

Pubblicità

Jim Parsons di The Big Bang Theory ha vinto il suo terzo Emmy, mentre fra le donne Julia Louis-Dreyfus, con Veep, è a quota due e Claire Danes, per Homeland, ha conquistato l'Emmy come migliore attrice brillante per le serie drammatiche; stesso premio al maschile è andato invece a Jeff Daniel, protagonista della serie drammatica The Newsroom, battendo Bryan Cranston di Breaking Bad e Kevin Spacey, protagonista di House of Cards, (premio alla regia di David Fincher).

Infine, anche se più premiato, il film tv Behind the Candelabra, sulla vita dell'eccentrico pianista Liberace: ha vinto otto statuette, fra cui quella per il migliore attore, andato a Michael Douglas, nel ruolo del protagonista. Candelabra ha fatto proprio l'amplein agli Emmy Awards 2013: vittoria anche per Steven Soderbergh, infatti, risultato miglior regista.
Leggi tutto