Il presidente della Commissione di Vigilanza RAI, Roberto Fico del M5S, nelle ore scorseha postato sul web un commento al veleno sul reality della Rai "Mission" che andrà in onda su Rai Uno il4 e il 12 dicembre, con l'obiettivo di far conoscere ciò che il mondo nonvuol vedere, attraverso i viaggi umanitari dei vip, e in studio ci saranno glialtri membri di Unhcr (Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati) e Intersos (Organizzazione per le vittime di calamità naturali e di conflitti armati).

L'esponente grillino avrebbe dichiarato anche a Sky Tg24 cheil servizio pubblico vuole trattare problemi dei rifugiati e dei profughi costruendola "tv del dolore" soltanto per alzare lo share; avrebbe inoltre proposto una petizione firmata da 100mila cittadini pernon fare andare in onda Mission.

Ad ogni modo, la prima puntata vedrà impegnati nellamissione umanitaria in Giordania, AlbanoCarrisi con le figlie Cristel eRomina jr, mentre il conduttore televisivo Michele Cucuzza sarà impegnato insieme a Barbara De Rossi eRula Jebreal in una missione umanitaria in Sudan.

Il video anteprima della seconda puntata effettuato in Congo ha scatenato le polemiche delpresidente di Vigilanza, poiché ha mostrato tutte le comodità di un villaggio,simile a un set cinematografico, costruito appositamente per i vip dellaseconda puntata, con Paola Barale,Luca Bocci, Lorena Bianchetti ed EmanueleFiliberto di Savoia che presto si troveranno a dover affrontare i tantiproblemi umanitari e la povertà del paese.

Insomma, il reality Mission, accusato di presunta spettacolarizzazione del dolore con lo scopo di fare soltanto audience, sta sollevando moltissime polemiche.

A difendere il programma, però, è intervenuta Laura Iucci, operatrice Unhcr, laquale ha dichiarato che il video è un montaggio di tre fotogrammi che nonspiega il programma, ma che è stato diffuso con l'obiettivo di distruggere un prodottoprima di averlo visto.

Segui la pagina Serie TV
Segui
Segui la pagina Anticipazioni Tv
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!