Gossip - Dopo che Raffaella Fico aveva dichiarato la volontà di abbassare i toni dello scontro, l'ultimo risvolto della vicenda vede protagonista Mario Balotelli, il giocatore accetta infatti di sottoporsi al test del Dna per verificare la sua paternità nei confronti della piccola Pia, la bimba concepita durante la loro relazione e nata a relazione finita.

Vicenda Fico-Balotelli: la diatriba finisce in tribunale

La dura battaglia per il riconoscimento della paternità, con conseguente pagamento di fior di migliaia di euro per il sostentamento della piccola, non si combatte solo a colpi di interviste e comparsate televisive della showgirl napoletana, finisce anche infatti nelle aule giudiziarie.

Sarà probabilmente in quella sede che scopriremo i risultati del test, quando saranno resi noti dal consulente tecnico incaricato dal tribunale stesso a seguire il caso. Udienza fissata per il mese di maggio, fino a quel momento probabilmente continueranno i proclami, le accuse, i ripensamenti, le smentite, gli occhi lucidi e chi più ne ha più ne metta che la bella ex gieffina esibirà negli studi televisivi.

Vicenda Fico-Balotelli: il basso profilo del giocatore

In tutta questa vicenda bisogna dire che il calciatore del Milan ha tenuto un atteggiamento molto riservato, evitando di intervenire sull'argomento e schivando le pressanti domande dei giornalisti. Solo qualche scivolone per alcune dichiarazioni avventate che ingenuamente si è lasciato scappare. Abituato ormai ad essere al centro di focose e impensabili polemiche, il ragazzo sembra aver trovato stabilità sentimentale con la compagna Fanny, alla quale in settimana ha giurato amore; così come ha giurato fedeltà e amore anche al Milan, chissà se questo periodo in cui Balotelli sembra particolarmente propenso ad amare, sia anche quello buono per la piccola Pia.

I migliori video del giorno