Reduce dal Festival di Sanremo, dove è andata solo per amicizia con Ciccio che sarebbe poi Fabio Fazio, Laetitia Casta parla per al prima volta, e lo fa con Vanity Fair che le dedica la copertina, della fine della relazione con Stefano Accorsi.

La Casta è al cinema

Ma la Casta si trova in Italia anche per presentare il suo nuovo film, una commedia, dove recita al fianco di Fabio De Luigi. Il film di Giovanni Veronesi si intitola "Una donna per amica" e tratta proprio della ricostruzione e del cambiamento, dopo la fine dell'amore. Proprio quello che ha vissuto Laetitia, ma che tutte le donne vivono bene o male nella vita: "Rompere con un uomo ti obbliga a ricostruirti, a crescere.

Ti costringe a voltare pagine essenziali e a rimetterti in gioco. Siamo fatti di rotture e ricostruzioni: io, almeno, sono fatta così. Provo dolore all'inizio, ma devo sempre toccare il fondo per risalire".

La relazione con l'attore italiano Stefano Accorsi, ora legato a Bianca Vitalia, durata dieci anni è finita da tempo, ma la Casta solo ora ha deciso di parlarne, forse perché in questo momento il dolore per la fine di quell'amore si è affievolito: "A farti male non è mai il dolore dell'ultima storia ma quello che hai provato prima, nell'infanzia. L'ultimo abbandono è come una puntura di richiamo, ma il vaccino lo hai fatto da piccola. Crescere vuol dire imparare a gestire il disagio, perché diventi sempre meno doloroso".

Ma il momento che sta vivendo è felice, se Laetitia confessa di essere davvero felice, e aggiunge: "Qualcuno poteva pensare che sarei stata sola a lungo?". Già difficile, come difficile deve essere stato chiudere con l'uomo con cui si è avuta una lunga relazione e che è il padre dei tuoi figli, ma stando a quanto confida Laetitia, lei non c'entra: "Perché la gente pensa sempre che siano le mogli a lasciare i mariti?

A volte è il contrario. Nel mio caso è stato più semplice, perché non sono mai stata sposata. Mi sposerò una volta sola, come i miei genitori". La Casta è legata da qualche tempo a Lorenzo Durante assistente di produzione.

La Casta si sente bene, perché ha amato e vissuto, ci sono i suoi figli e quel fuoco negli occhi che la porta a non arrendersi mai anche se con Stefano è finita: "Perché restare insieme quando si è cambiati?

Forse per raccontarsi bugie?". Le bugie hanno le gambe corte e Laetitia proprio non le sopporta: "Invidio chi riesce a reinventarsi in coppia, mi piacerebbe ma non sopporto la menzogna, preferisco andare dove mi porta l'istinto, come una disadattata felice".