Suor Cristina Scuccia, l'eroina di The Voice of Italy, non è solo una giovane donna consacrata a Dio, ma anche votata ad un successo planetario che ha dell'incredibile. Ma qual è la ragione di questo incalcolabile seguito? Giovane età a parte, simpatia e talento indiscusso, probabilmente, Suor Cristina incarna anche qualcos'altro. Forse una nuova tendenza da parte dei servi di Dio di diventare pescatori di uomini, mondani quanto basta, specie in un tempo in cui i valori cristiani e morali sono definitivamente sull'orlo del precipizio? Possibile.

Essere religiosi consacrati e comunicatori è un dono grandissimo, come ci ha dimostrato Papa Wojtyla, e unire a questo dono il privilegio di un talento da condividere è cosa ancor più immensa. Suor Cristina, consapevole del suo talento canoro coglie dunque l'occasione per dimostrare anche indirettamente che la parola del Vangelo può farsi carne se la si porta tra la gente, attraverso un linguaggio semplice, moderno, attuale, e che l'essere una religiosa consacrata non può rappresentare una pregiudiaziale, ma una marcia in più.

L'anno scorso ci aveva già pensato Suor Anna Nobili, la religiosa, istruttrice di Holy Dance, che era intervenuta alla trasmissione "Le invasioni Barbariche" esibendosi in uno spettacolo di danza cristiana, suscitando scalpore e anche il disappunto dell'ex Pontefice Ratzinger.

Suor Anna, chiamata in causa sull'onda dell'enorme successo della consorella Crisina Scuccia, ha dichiarato di essere contenta di non essere più l'unica religiosa a calcare le tavole del palcoscenico o ad apparire in Televisione. Solo, ha precisato, mentre lei è una ballerina di danza sacra, suor Cristina si è esibita in un repertorio non religioso. Suor Anna, pur rimanendo in attesa delle prossime performances della consorella canterina, nel frattempo, prova a mettere in guardia Suor Cristina circa il pericolo di esporsi troppo in un mondo, quale quello dello spettacolo, pieno di insidie e di tentazioni, dove è importante portare il messaggio cristiano, specie se si è religiosi e consacrati, ma dove è anche facile bruciarsi.

Come risponderà suor Cristina in sua difesa?

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto