Ci sarebbe un accordo segreto tra Fabio, Angela e Roberto, affinchè il romano neo eliminato dal reality Mediaset giunto alla tredicesima edizione, possa suggerire i comportamenti che dovranno avere i suoi amici dentro la casa del #Grande Fratello. I tre si sono messi d'accordo poco prima del responso della scorsa puntata che ha visto Fabio abbandonare la casa del Grande Fratello. I tre, vedendosi sgretolare il gruppo, (sono rimasti in due dopo le consecutive uscite dal gioco di Francesca, Greta, Andrea, Valentina, Mia, Diletta e Fabio) hanno concordato con Fabio delle parole che sarebbero servite a mutare il comportamento dei due gieffini ancora in gioco, qualora non graditi dal pubblico in casa.

Grande Fratello: Accordo segreto tra Angela, Fabio e Roberto

L'accordo segreto tra Fabio, Angela e Roberto prevedeva che in caso di uscita dal Grande Fratello del concorrente romano, che mercoledì Fabio sarebbe tornato nei pressi della casa dalla porta rossa e da fuori avrebbe gridato ai due compagni d'avventura "Vecchio" se la strategia di attaccare Chicca, Giovanni e gli altri funzionava, e "Brasile" nel caso contrario, ma le regole del gioco non permettono che i concorrenti siano influenzati dall'esterno, e quindi tutto ciò non è permesso.

Il giorno dell'appuntamento con Fabio, Roberto è stato tutto il giorno a bordo piscina (probabilmente nell'attesa dell'arrivo di Fabio) e una volta arrivato, Fabio ha gridato dal di là delle mura della casa la parola"Brasile!" Roberto e Angela, capendo che le loro posizioni nei confronti degli altri non sono gradite a casa, hanno dunque modificato i loro comportamenti, cercando confronti con gli altri, e soprattutto Roberto ha deciso di scusarsi e pensarla "diversamente" nei confronti di Giovanni.

#Televisione

Grande Fratello: Fabio Angela e Roberto scorretti, prenderà provvedimenti il GF?

È stata dunque violata una delle basilari regole del Grande Fratello, e adesso in molti invocano gli autori del reality affinchè questa grave scorrettezza non passi inosservata. Gli autori prenderanno provvedimenti nei confronti dei ragazzi, oppure "chiuderanno un occhio" e faranno finta di nulla? Lo scopriremo lunedì prossimo.