La nazionale azzurra, rientrata con la coda tra le gambe, un mondiale lo ha vinto: quello del lusso. In questa particolare competizione possiamo vantare l'alloggio brasiliano al "Portobello Safari & Resort" , pomposa struttura a cinque stelle, con camere da 350 euro al giorno. Tra atleti, staff, organizzazione e sponsor, sembra che il breve, ma sfarzoso alloggio sia costato più di 4,5 milioni di euro usciti dalle tasche della Federcalcio.

Piove sul bagnato inoltre in Rai. Rai pubblicità aveva venduto dei pacchetti particolari, prevedendo l'arrivo almeno ai quarti, e sperando addirittura nella semifinale degli azzurri.

Il non aver superato il girone eliminatorio potrebbe provocare un buco negli introiti che, sommato al risarcimento agli investitori per non aver raggiunto lo share concordato dopo l'altro grande "flop" Rai in quel di Sanremo , ci conducono alle solite "cifrette"a tanti zeri che vanno a fare pugni con la crisi degli italiani.

Mentre in queste ore si presentano i palinsesti della nuova stagione televisiva, inizia a circolare l'indiscrezione di un possibile messa in liquidazione ( evidentemente "sfarzosa" ) del presidente di Rai Pubblicità, l'ex direttore generale Rai, Lorenza Lei, che per ora può continuare a contare sui suoi 650 mila euro di retribuzione.

Tra un flop e l'altro, tra uno sfarzo e l'altro, tra lauti stipendi per fare non si capisce cosa e sprechi di ogni genere, come diceva il grande Totò "e io pago !" #Televisione