Gerard Depardieu ha ucciso e mangiato due leoni in Africa. L'apprezzatissimo attore sorprende ancora e torna a far parlare di sé dopo le vicende che lo hanno visto emigrare fiscalmente dalla sua Francia per via della famigerata "tassa sui ricchi", ovvero imposte al 75% per redditi superiori a 1 milione di euro, la manovra da "sudore,lacrime e sangue" voluta da Hollande.



E ora Depardieu rilascia un'intervista tutta particolare al quotidiano britannico "Indipendent", in cui confessa di aver ucciso due leoni durante un safari in Africa, e poi di esserseli mangiati.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Gossip

"Non ho avuto scelta", ha detto l'attore, "è stata legittima difesa", ammettendo di aver sparato ai leoni quando l'automobile su cui viaggiava ha avuto un guasto e si è fermata in mezzo alla Savana.



"Siamo andati in panne lungo una pista nella savana nel Burkina Faso" si è giustificato Depardieu.

"I due leoni si sono piazzati davanti a noi e non volevano muoversi. Son passate ore e non potevamo uscire dalla macchina. Per di più l'autista dell'auto, una guida, era terrorizzato". Poi l'attore confessa di non aver avuto scelta e di aver sparato. Infine l'intervista conclude con una domanda curiosa del giornalista dell'Indipendent: "Ma se li è mangiati?". Subito una pronta risposta dell'attore francese che, forse per provocazione, risponde di sì.

Ma la parte finale dell'intervista è stata quella che più ha fatto sorridere il web nelle ultime ore, rivelando l'aspetto "bestiale" e grottesco,come in molti lo definiscono, di Depardieu. Pare infatti che l'attore abbia confessato di aver fatto pipì in una bottiglia mentre era in aereo, a seguito di un ritardo della partenza e della seguente chiusura del bagno di bordo: "avevo disperato bisogno del bagno, abbiamo fatto un ritardo di tre quarti d'ora e davanti a noi c'erano sette aerei in fila".

I migliori video del giorno

E aggiunge altri aspetti molto particolari: "la hostess mi ha bloccato con un piede" e "ho fatto pipì dentro una bottiglia". Nessuna conseguenza però per il suo gesto fuori luogo. "Per fortuna a Dublino tutti i poliziotti mi conoscono" ha concluso l'attore.