Di chi ti puoi fidare? Questo il refrain con il quale si aprirà ogni puntata della nuova miniserie in programmazione sul canale Sky Atlantic, a partire da martedì 17 febbraio 2015. La miniserie sarà composta da 8 episodi, che hanno impegnato per tre mesi di riprese il cast di attori e lo scrittore - produttore Hugo Blick. Maggie Gyllenhaal e Stephen Rea saranno, invece, i protagonisti principali.

La storia: la serie affronterà un tema più attuale che mai, la difficile situazione del Medio Oriente e le continue tensioni e conflittualità tra israeliani e palestinesi.

Nessa Stein (Maggie Gyllenhaad) è una donna israeliana che eredita dal padre la direzione di una società di produzione di armamenti. Alla vigilia della conclusione di un importante affare, un intrigo coinvolgerà lei e la sua famiglia. Dovrà capire da sola quali saranno le persone nelle quali riporre la sua fiducia.Un ruolo importante, dunque, per l'attrice statunitense, candidata all'Oscar come miglior attrice non protagonista per il film "Crazy Heart". Detto ruolo, però, sembra essere scritto proprio per lei.

L'attrice è, infatti, impegnata da anni in numerose campagne a sostegno dei diritti umani, e, come lei, anche il suo personaggio cercherà di battersi per la riconciliazione tra palestinesi ed israeliani.

La miniserie ha ricevuto numerosi consensi nei paesi dove la messa in onda è già partita. Sia in Inghilterra che negli Stati Uniti è stata definita "commovente" e "superbamente lavorata", anche per i temi portanti della storia: il tradimento, la speranza, il senso di colpa e la famiglia.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie TV

Colleziona critiche positive anche  la protagonista, di cui se ne apprezza l'intensità e la complessità interiore del personaggio. Il grande successo ottenuto da "Homeland" potrebbe essere facilmente scavalcato da The Honourable Woman, che, sicuramente, ha un punto di vista meno americano rispetto alla concorrente, e un approccio più sensibile verso uno degli argomenti più delicati della storia dei nostri anni.

Ancora qualche giorno di attesa e la nostra curiosità sarà appagata.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto