Nonostante molte Serie TV aventi come protagonisti vampiri popolino le reti televisive, da lunedì 9 febbraio 2015, alle 21:50, sul canale Fox della piattaforma Sky, approda The Strain. Guillermo Del Toro e Chuck Hogan ne sono i creatori. Per diversi anni, infatti, il regista, sceneggiatore e produttore messicano, ha collaborato con il celebre scrittore statuniteste, alla stesura di una trilogia horror - vampiresca: opera prima proprio The Strain (La Progenie).

The Strain, la trama - La storia inizia quando all'aeroporto di New York, il John F.

Kennedy International Airport, atterra un aereo con le luci spente e le porte sigillate. Viene, quindi, chiamato sul posto un epidemiologo, il Dott. Ephraim Goodweather, il quale con la sua squadra troveranno, all'interno del velivolo, centinaia di corpi senza vita e solo 4 superstiti. Il mistero diventerà ancora più ingarbugliato quando i corpi inizieranno a sparire dall'obitorio. Il Dottore e gli altri componenti della sua squadra scopriranno di avere a che fare con un'epidemia virale: il vampirismo.

La serie, già diventata cult negli Stati Uniti, sembra poter scavalcare il successo ottenuto da produzioni simili come i noti "Being Human", "True Blood" e "The Vampire Diaries". Tutto sembra perfetto.

Fra il gruppo di produttori esecutivi, Del Toro, realizzatore del colossal di fantascienza del 2013 "Pacific Rim", e Hogan, autore del romanzo vincitore del Premio Hammet nel 2005, "Il principe dei ladri", potranno contare sul genio del co - creatore di "Lost", Carlton Cuse. Nel cast, l'epidemiologo protagonista sarà interpretato dall'attore statunitense Corey Stoll, che abbiamo già potuto apprezzare in "House of Cards - gli intrighi del potere" nei panni del politico alcolizzato Peter Russo.

La colonna sonora sarà realizzata dal compositore tedesco Ramin Djawadi, già autore delle musiche di "Blade: Trinity", "Dracula Untold", "Il Trono di Spade", con cui Del Toro collaborò per "Pacific Rim". La sensazione è che la serie possa essere una vera rivelazione. Godiamoci i primi 13 episodi, e poi decidiamo se continuare anche con la seconda stagione, già rinnovata negli USA.