Era certo ormai che 50 Sfumature di Nero avrebbe debuttato sul grande schermo entro i primi mesi del 2016. Le riprese avrebbero dovuto prendere il via proprio a giugno di quest'anno, a Vancouver. Gli spettatori sono già in fibrillazione al solo pensiero dell'uscita del sequel. Tutti sono a caccia di gossip e indiscrezioni. Gli amanti della saga hanno accolto la notizia con grande stupore, vista la velocità con cui si presupponeva sarebbe uscito il sequel. Infatti, era stata annunciata anche la possibile uscita di 50 Sfumature di Rosso nel 2017.

Sembrava tutto pronto: Jamie Dornan e Dakota Johnson confermati, il budget stabilito e l'autrice dei romanzi pronta a scrivere lo script del film.

La notizia ha fatto il giro del web, dopo le dichiarazioni del produttore e della Universal, casa produttrice del film. Non sono ancora note le ragioni per cui le riprese siano state rinviate, ma sembrerebbe sicuro che inizieranno nel 2017 e non nel 2016. La ragione è sicuramente il continuo scontro tra E.L. James e Sam Taylor, la regista.

50 Sfumature di Nero, autrice contro regista, uno scontro senza fine

Quando E.L. James ha annunciato che avrebbe scritto lo script del film, il diverbio tra l'autrice e la regista sembrava essere risolto. In realtà, la Universal non aveva accettato di cedere a E.L. James la scrittura dello script, dal momento che sarebbe stata alla prime armi. Allo stesso tempo, l'autrice dei romanzi non voleva scendere a compromessi: non c'era modo di convincerla che Sam Taylor potesse dirigere nuovamente le riprese del film. Infatti, E.L. James ha sempre dichiarato di essere rimasta delusa dal lavoro di Sam Taylor, poco fedele al romanzo.

La regista si è difesa affermando che ha voluto donare al film freschezza, in modo da sorprendere anche coloro che avessero letto i libri.

I migliori video del giorno

Una scelta che a E.L. James non è per nulla andata a genio. A poco più di due mesi dal presunto inizio delle riprese, il problema non è ancora stato risolto: 50 Sfumature di Nero slitta al 2017.