Era il 27 marzo 1975 e il ragioniere più famoso d'Italia faceva la sua prima comparsa sugli schermi cinematografici. Una data che avrebbe segnato un' epoca e fissato nell'immaginario di chiunque un personaggio che sarebbe stato impossibile prima imitare e poi dimenticare. A questo si sarebbero intrecciate le vicende grottesche e familiari di personaggi sapientemente incarnati negli anni da parte di Anna Mazzamauro (icona femminile del desiderio del ragionier Fantozzi) e il collega Filini, magistralmente interpretato da Gigi Reder.

Sono trascorsi già 40 anni, periodo nel quale Paolo Villaggio ha saputo proporre una caricatura italica dello sfigato impiegato e vessato che cerca a modo suo di ritagliare uno spazio per sè e la sua famiglia, nel quale trovare una affermazione sociale.

Sono passati così tanti anni che oggi, molti ragazzi hanno difficoltà a comprendere di cosa si stia parlando. Fantozzi, esponente di un ceto schiavo di un posto fisso routinante, che oggi risulta distante anni luce proprio per quei ragazzi che spesso lo desiderano e lo rincorrono.

La novità

Chi si è perso quindi l'ilarità che naturalmente suscita questa indimenticata saga potrà presto mettersi in pari coi più fortunati. Per celebrare il quarantesimo anniversario, ad ottobre torneranno nelle sale cinematografiche d'Italia"Fantozzi" (1975) e "Il secondo tragico Fantozzi" (1976) di Luciano Salce.Da quel “primo tragico” filmdel 1975 seguirono poi ben nove pellicole dedicate alle peripezie sfortunate del ragioniere.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Anticipazioni Tv

L’anno successivo, nel 1976, Luciano Salce girò Il secondo tragico Fantozzi. Dal 1980 al 1996 il testimone passò a Neri Parenti che fu appunto il regista dei capitoli successivi. Videro la luceFantozzi contro tutti, Fantozzi subisce ancora,Superfantozzi, Fantozzi va in pensione, Fantozzi alla riscossa, Fantozzi in paradiso e infine Fantozzi – Il ritorno. Solo nell'ultimo, nel 1999, dietro la macchina da presa prese posto Domenico Saverni, che dirige Fantozzi 2000 – La clonazione.

Rivedere quindi un colossal del genere di nuovo delle sale è di certo un evento da non lasciarsi sfuggire. Per qualcuno sarà una prima volta, ma per altri, magari con qualche capello bianco in più, potrà essere l'occasione di un piacevole revival. L'evento è programmato per metà ottobre, tre giorni nelle sale...siete avvisati, non prendete impegni!

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto