"Show me a Hero" è una miniserie televisiva statunitense basata sul libro non-fiction del 1999, da cui prende anche il nome, scritto dalla giornalista del New York Times, Lisa Belkin. Mentre da una parte la sceneggiatura è stata scritta da David Simon e dal giornalista William F. Zorzi, dall'altra, la regia è stata affidata a Paul Haggis. L' HBO ha richiesto solo sei episodi che hanno debuttato negli States il 16 agosto 2015. La storia è ambientata tra il 1987 e il 1994 a Yonkers, una cittadina a nord di New York City nei pressi di Westchester County, e si concentra sugli sforzi per eliminare la segregazione residenziale pubblica imposta dal giudice federale.

Date della messa in onda 

Il primo e secondo episodio, chiamati "1ª e 2ª parte", verranno trasmessi il 17 novembre 2015; il terzo e quarto, "3ª e 4ª parte", il 24 novembre 2015; infine il quinto e il sesto,"5ª e 6ª parte", il 1º dicembre 2015. "Show me a Hero" è andato in onda sul canale americano HBO dal 16 al 30 agosto 2015, invece in Italia sarà trasmessa esclusivamente da Sky Atlantic dal 17 novembre al 1 dicembre 2015.

Di cosa tratta in particolare "Show me a Hero"?

Il Giudice federale Leonard Sand ha emesso un ordine di desegregazione nella cittadina di Yonkers, che impone che le case popolari, per almeno 200 unità, fossero costruite nel quartiere ricco, per lo più popolata da "bianchi", nel lato est della città. Gli eventi conseguenti hanno portato a una sollevazione nazionale su questioni di razza, classe sociale e alloggi.

I migliori video del giorno

E' qui che entra in scena il protagonista, il sindaco Wasicsko che viene eletto proprio nel 1987 e che dovrà fronteggiare la divisione all'interno del Consiglio comunale, fra chi è contrario a questo provvedimento e chi invece vede in ciò una possibilità di un nuovo futuro di integrazione. Inoltre sarà costretto a provvedere alle gravi rappresaglie e ai continui disordini che scateneranno l'odio, la rabbia e la violenza e che faranno emergere il forte razzismo che caratterizzava ancora la società statunitense di quel periodo. La città di Yonkers, in conclusione, è stata paralizzata da pesanti multe per non aver eseguito gli ordini, tuttavia la cittadina non poteva permettersi di pagare queste ingenti somme. I servizi di base si fermarono e i dipendenti pubblici dovettero affrontare licenziamenti obbligatori. Dopo le grandi proteste e le varie minacce di morte ricevute, tra cui l'invio di singoli proiettili per posta, Wasicsko si vide costretto a rispettare l'ordine del giudice. La causa è stata finalmente risolta nel maggio 2007.  La moglie di Wasicsko, Nay Wasicsko-McLaughlin, che ha lavorato presso il municipio durante il periodo del conflitto, era una consulente nello show.

Wasicsko-McLaughlin ha incontrato Isaac, e quest'ultimo ha rivelato che è stato di vitale importanza non solo per la sua interpretazione ma per la messa in opera della storia stessa.

Recensioni positive

Le Recensioni della miniserie sono stati molto positivi : Il review aggregator sul sito Rotten Tomatoes segnala un indice di gradimento del 96% 'Certified Fresh', con una valutazione media di 8.6 / 10 basato su 54 recensioni; infatti anche su Metacritic, leggendo le statistiche, si segnala un punteggio analogo di 85 su 100 basato su 33 recensioni , indicando un "plauso universale" da parti degli spettatori.  Con un cast di questo livello, composto anche da Oscar Isaac e Catherine Keener, gli amanti di questo genere di serie televisive sperano una realisticità unica che riuscirà a far apprezzare la storia struggente che sta dietro la trama.