Maria De Filippi ha annunciato una novità per quanto riguarda la sua storica trasmissione "Uomini e donne": con la prossima stagione, oltre ai ragazzi eterosessuali in cerca di partner, nel suo salotto pomeridiano siederanno anche tronisti e corteggiatoriomosessuali. Una svolta in questoprogramma nato oltre dieci anni fa, una novità da molti attesa che segna un ulteriore passo verso una più ampia inclusione sociale.

L'intervista di Maria De Filippi

La nota conduttrice ha rilasciato una intervista al giornale "Chi" e la sua decisione di aprire i casting per "Uomini e donne" a persone omosessuali è trapelata dalle anticipazioni che già nella giornata di mercoledì hanno cominciato a circolare nel web.

La signora della Televisione ha dichiarato al settimanale chesi diverte ancora con la sua trasmissione, che ancora le piace e la emoziona. Durante l'intervista ha affermato che ha "in mente da tempo di fare un trono gay" e che si cominceràda settembre 2016. Poi ha voluto spiegare il motivo della sua scelta, avvertendo che non cerca "lo scandalo, ma la normalità di un amore vissuto nella sua piena quotidianità".

Uomini e donne

La bionda conduttrice, che sarà presto in prima serata con il programma "Amici", ha spesso ospitato nelle sue trasmissioni persone omosessuali, pensiamo ai tanti giovani artisti che hanno calcato i suoi palcoscenici o ad alcune storie di"C’è posta per te", la "rivoluzione" della notizia risiede nel fatto che in televisione porterà persone omosessuali non "velate", persone dichiarate che alla luce del sole corteggeranno, saranno corteggiate o rifiutate come accade normalmente.

Quindi la novità di cui si parla è una uguaglianza fra le persone e la presa di posizione di Maria De Filippi.

LGBT in televisione

Nonsolo l'Italia, bensì anche in Spagna, infatti, la trasmissione analoga di "Uomini e donne" - che là porta il nome di "Mujeres y hombres" - avrà in autunno il "trono gay". In questa e in altre occasioni la televisione in fondo dimostra di essere più vicina alle persone di quanto non lo sia la politica che è chiamata proprio a semplificare e organizzare con senno le cose della vita di tutti noi.

La televisione -come è accaduto in America con"Will e Grace" per esempio - ha l'occasione di sciogliere i pregiudizi e di avvicinarci gli uni agli altri, senzagridale ad alcuno scandalo.