Difficile immaginarlo come sciupafemmine eppure è così. Antonio razzi, il bizzarro senatore forzista, nella sua vita ha avuto più di mille donne. Questo è quanto ha dichiarato ai microfoni di ‘un giorno da pecora’ su radio uno, nella puntata di mercoledì scorso. ‘Io ho un debole per voi donne’ ha esordito il senatore, lasciando intendere da subito quale sarebbe stato il tono della trasmissione’. E i conduttori, Lauro e Cucciari lo hanno assecondato e incoraggiato.

Razzi e il suo passato da casanova

#Razzi parla e getta i veli “la mia prima volta a 13 anni, poi finché non mi sono sposato a 26 ho avuto più di mille donne”.

Per fortuna della moglie ha messo la testa a posto “ormai sono in pensione con le donne, adesso ho solo una donna: mia moglie” continua con voce tranquillizzante al microfono “e da ragazzotto avevo lo stesso fisico di oggi”, come a puntualizzare che oggi, come allora, ha mantenuto la stessa prestanza. Un Razzi inedito quindi, che passerà alla storia della repubblica non solo come politico ma anche come tombeur de femmes.

Le mille donne di Razzi in un quaderno con le foto

E sempre più “calde”, diventano, al centro dell’intervista, le confessioni di Razzi; “te lo dico da amico, il 1969 è un anno da incorniciare, li ho avuto la punta massima…erano talmente tante che le avevo tutte registrate su un quaderno”. Anche la pagella nei ricordi del senatore, che metteva i voti alle sue conquiste ‘come alla partite’.

I migliori video del giorno

I quaderni, purtroppo per il parlamentare, la moglie li ha bruciati ma restano i ricordi. E aveva anche le fotografie delle sue conquiste, in formato tessera e appuntate nel quaderno. Forse perché erano talmente tante da non ricordarsele, rischiando di fare qualche gaffe. Ma per l'eccentrico Antonio Razzi, una in più o una in meno.

I peli del torace: "Le mie donne li strappavano per ricordo"

Insomma un Razzi scoppiettante che arriva fino ai particolari più piccanti; non ha più i peli sul torace perché le sue donne li strappavano per averli come ricordo. Montagne di pilu direbbe Cetto la Qualunque, e viene subito il raffronto con il politico di Antonio Albanese. Resta da aspettare come #crozza, l’alter ego del senatore, vorrà presentare questa singolare veste di Razzi.