Niccolò Centioni torna sul set. Ma, contrariamente a quanto vorrebbero le sue fan, non è quello de #ICesaroni. Il giovane attore romano, noto al grande pubblico per il ruolo di #Rudi, il figlio combina guai di Claudio Amendola nella serie tv di #Canale5 ambientata alla Garbatella, dopo una parentesi televisiva a #PechinoExpress e #NottisulGhiaccio, è tornato al suo primo amore, la recitazione.

Niccolò sta girando in questi giorni a Roma “Saluti e baci da mamma e papà”, una nuova comedy #Mediaset (quaranta puntate in onda su Italia 1 a partire da dicembre, ndr). Le riprese si svolgono a #ParcoLeonardo, un centro commerciale vicino l’aeroporto di Fiumicino.

La quotidianità dei protagonisti, infatti, ruota attorno alle attività commerciali della galleria e alcuni punti di ritrovo esterni al centro commerciale.

Nel cast della serie, che strapperà risate a grandi e piccini, altri nomi noti: #MariagraziaCucinotta, #BiagioIzzo e l’idolo delle ragazzine #FedericoCostantini.

Non è stato facile per Niccolò Centioni scrollarsi di dosso un personaggio ingombrante come Rudi Cesaroni.

Lui stesso non ha nascosto le difficoltà dovute alla chiusura della fiction. “Ero convinto che, dopo un grande successo come quello, si sarebbero aperte tante porte. Che avrei avuto l’imbarazzo della scelta. Invece non è stato così: non solo il telefono non squillava, ma a ogni provino mi dicevano: “Ah, tu sei quello dei Cesaroni” e venivo scartato”, ha dichiarato in un’intervista al settimanale Di Più Tv.

I migliori video del giorno

La sua prima apparizione in tv risale al 1999 (a sei anni) a #ChihaincastratoPeterPan di #PaoloBonolis (dove si era fatto notare per la sua buffissima imitazione di Paperino). Ma ha partecipato anche a #CamiciBianchi, #Unpretetranoi, #Unadonnaperamico. Poi il successo de I Cesaroni gli ha cambiato per sempre la vita.

Oggi con Saluti e baci da mamma e papà finalmente l'attore ha finalmente la grande occasione per scrollarsi di dosso quel fardello ingombrante. Giocandosi la carta che gli è più congeniale: quella della simpatia con la quale ad appena sei anni ha conquistato il re della tv Paolo Bonolis .