Domenica scorsa è stata trasmessa in prime time su Raiuno la quinta puntata della fiction Braccialetti rossi 3 in prima visione assoluta. Anche questa settimana la serie tv è riuscita ad avere la meglio nella gara degli ascolti del prime time conquistando una media di oltre 4 milioni di spettatori che sono valsi alla rete ammiraglia Rai il 16% di share.

Ci sarà la quarta stagione della fiction oppure no?

Ormai la fiction giunta alla terza stagione di programmazione si è stabilizzata su questi risultati d'ascolto: numeri positivi ma che registrano un forte calo rispetto a quelli della stagione precedente, che venne seguita da una media di oltre 6 milioni di affezionati spettatori a settimana.

In molti hanno notato che questa terza stagione sta diventando un po' troppo ripetitiva e forse non sta giovandi agli ascolti neppure il numero delle puntate: ben otto prime serate che dilatano gli elementi essenziali della trama di quest'anno in troppi episodi. E alla fine il risultato finale è questo: una perdita di oltre due milioni e mezzo di spettatori nel giro di un anno. Questi risultati d'ascolto in netto calo potrebbero avere delle conseguenze sulla quarta stagione della fiction che al momento è stata già confermata dai vertici della tv di Stato?

Streaming Braccialetti rossi 3 quinta puntata

In attesa di scoprire quale sarà la decisione finale della Rai sulla fiction, vi segnaliamo che questa domenica sera non avete avuto la possibilità d seguire la quinta puntata di Braccialetti rossi 3 in tv potete pur sempre decidere di rivederla in replica streaming online sul sito web RaiPlay.it, di cui è possibile scaricare anche l'app gratuita per tablet e smartphone.

I migliori video del giorno

La replica, inoltre, andrà in onda anche questo sabato sera in prime time su RaiPremium.

Il protagonista di questo quinto episodio è stato indubbiamente Leo, che ha dovuto fare i conti con un momento di grande sconforto: il ragazzo, infatti, teme che il bambino che Cris metterà al mondo potrebbe non vederlo mai, visto il proliferarsi della sua terribile malattia.