È guerra aperta. Non aveva detto ancora nulla da quando è stato cacciato dalla sua azienda, ma la sua risposta era attesa da tanto, troppo tempo. La chiusura del suo programma è stato un colpo durissimo per lui, che ha impiegato molto tempo a digerire l'esclusione dal palinsesto del prossimo anno. Anche se forse non riuscirà mai a ingoiare del tutto la decisione presa dai suoi capi. Dopo tante notizie e tante voci, Massimo Giletti ha detto la sua in merito alla chiusura de L'Arena decisa dalla rai poche settimane fa.

La Rai elimina L'Arena: Massimo Giletti si scaglia contro la tv nazionale

La rivoluzione messa in opera dalla Rai [VIDEO] per il palinsesto della prossima stagione televisiva ha tracciato il destino di Massimo Giletti.

Con la chiusura de L'Arena, i rapporti tra il conduttore e la Rai si sono definitivamente chiusi. Il noto tifoso della Juventus ha preso il suo tempo e dopo tanto rimuginare ha rilasciato alcune dichiarazioni a Libero in cui si è scagliato senza mezzi termini contro i vertici della tv nazionale: "Spesso ho trovato in questa azienda persone che non mi hanno aiutato, anzi hanno cercato di ostacolarmi" ha detto fra le altre cose. Giletti si è difeso dicendo che "si stava a galla con gli ascolti" e che non gli potevano mettere delle trappole per evitare che si scontrasse contro i poteri forti, perché, come lui stesso si è autodefinito, "io sono uno spirito libero, un anarchico“.

Giletti contro la Rai: "Sono contro la casta, voglio stimolare il cambiamento"

La decisione di eliminare L'Arena ha destato ben più di una perplessità tra il vasto pubblico di appassionati, visto che il programma di intrattenimento domenicale godeva di ottima salute e buonissimi livelli di audience.

I migliori video del giorno

I rumors di corridoio dicono che il motivo principale della fatal esclusione pare sia stato proprio l'atteggiamento troppo politico di Giletti. Qualche sua inchiesta contro la casta avrebbe attirato il malcontento di alcuni partiti. Il conduttore ha rincarato la dose affermando alle colonne di Libero che "sono assolutamente contro la casta e non solo quella dei politici. Sono contro le ingiustizie e i poteri forti che si approfittano della loro posizione". Giletti non ha dubbi su quello che ha fatto e sopratutto su quello che un uomo di tv come lui deve fare, perché "un conduttore deve stimolare il cambiamento”. La risposta della Rai non si farà attendere troppo. Quel che è certo è che Giletti lascerà la rete nazionale. [VIDEO]