Sanremo 2018 a fabio fazio? Stando alla risposta ironica dell'ex presentatore della manifestazione, sembra proprio di no. La sua candidatura era nata come rumor sul web, insieme ad altri nomi che al momento non sembrano dare molta sicurezza agli organizzatori. Pare infatti che alcuni addetti ai lavori dietro le quinte di Sanremo stiano cercando di lavorare alla riconferma di Carlo Conti. Il problema è che egli già durante la scorsa edizione aveva dichiarato che sarebbe stata l'ultima. Impraticabile anche un Maria De Filippi atto secondo, come molti avevano ipotizzato.

Già alla fine della sua prima ed eccellente conduzione, quella di Sanremo 2017, aveva spiegato che la sua scelta di partecipare era da considerarsi a titolo momentaneo. Insomma, una volta tornata a 'casa', non avrebbe più calcato la passerella dell'Ariston. Tra i vari nomi che circolano i più papabili sono: Fabrizio Frizzi, Virginia Raffaele, Mika, Antonella Clerici, Massimo Ranieri e Amadeus. Ci sono ancora diversi mesi per lavorare alla futura conduzione, ma dopo la straordinaria ripresa degli ascolti negli ultimi tre anni, in particolare il grande exploit dell'ultima edizione, gli organizzatori di Sanremo vorrebbero evitare un clamoroso passo indietro nell'auditel.

Sanremo 2018: tweet di Fabio Fazio

A Sanremo 2018 non vedremo Fabio Fazio, in quanto è bastata una voce sul web per far parlare il diretto interessato. Il presentatore di Che tempo che fa ha scritto un post sul suo profilo social che recita così: 'Fra le varie amenità di questa estate, leggo che condurrei #Sanremo2018. Ciò è probabile quanto vedere @lucianinalitti fare il pivot in NBA.' Insomma, la risposta è molto secca e diretta, forse per qualcuno un po' esagerata, in quanto sarebbe bastato negare la voce come fanno molti.

Fabio Fazio però, lo sappiamo, è una persona che fa dell'ironia uno dei suoi punti forti, e il tweet si addice decisamente al personaggio televisivo.

Sanremo 2018 è un cantiere aperto

Sanremo 2018 senza il sì Fabio Fazio resta dunque un cantiere ancora in corso. Oltre al gruppo dei cantanti ancora da costruire, deve trovare un presentatore che sappia gestire l'eredità' lasciata da Carlo Conti e Maria De Filippi.

Un'impresa affatto facile, colui o colei che riceverà in mano lo scettro della presentazione dovrà prepararsi bene. Sarà decisivo scegliere un format che non si discosti troppo da quello visto nel 2017, che ha dimostrato di essere ben realizzato e funzionante. Certo, anche il presentatore incide molto sul futuro degli ascolti, e qui il gruppo organizzativo di Sanremo dovrà fare di tutto per non fallire il colpo.

Segui la pagina Festival Sanremo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!